TS – Senza Champions League l’Inter deve correre ai ripari: ecco il piano B di Thohir

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dopo la sconfitta con il Torino ed il quasi definitivo addio al terzo posto, l’Inter è costretta a leccassi le ferite e soprattutto a studiare un nuovo piano di investimento, di rispetto del FPF ed un nuovo mercato.

Come riporta il quotidiano TuttoSport la società nerazzurra era preparata a quest’eventualità, ma ciò non rende meno amara la situazione. Il mancato ingresso in Champions League porterà con sé un danno economico. con i mancati introiti Uefa, un minor ritorno di immagine internazionale con conseguente ribasso del fatturato, rende più difficile rispettare i paletti del FPF ed ovviamente lascerà ad Ausilio un minor spazio di manovra sul mercato.

Innanzitutto andranno spesi circa 25 milioni per i riscatti obbligatori di Brozovic, Eder e Dodò ma saranno lasciati andare i prestiti con diritto di riscatto come Ljajic e Telles ma ciò non basterà.

Schermata 2016-04-05 alle 08.15.01
Una boccata d’ossigeno per le prossime mosse della società e per rispettare il passivo a -30 milioni imposto dall’Uefa, potrebbe arrivare da Goldman Sachs. La banca d’affari sembra aver portato a termine il suo lavoro, trovando un paio di possibili soci cinesi pronti ad investire tra i 60 ed i 100 milioni, rilevando il 20% dell’Inter.

I due probabili soci starebbero già analizzando i conti nerazzurri e si sarebbero dichiarati interessati per gli introiti del mercato asiatico. Thohir lascerebbe un 14%, rimanendo il socio di maggioranza e Moratti passerebbe dal 29,5 al 23,5%. Anche se al momento l’ex patron ha dichiarato il contrario, tutto lascia pensare che se le trattative andrebbe bene, questo sarà il risultato.

Sul fronte mercato, a prescindere da nuovi soci, la nuova situazione lascia scenari funerei e probabilmente Ausilio sarà costretto a far partire uno o due big. Se Maurito Icardi è il giocare che frutterebbe di più, circa 45 milioni di euro, è sicuramente più difficile piazzarlo, mentre con Brozovic e Murillo, che insieme potrebbero far entrare nelle casse nerazzurre circa 40/50 milioni, potrebbe essere più facile. Attenzione a Miranda ed Handanovic che senza Europa dei grandi potrebbero chiedere di lasciare la Pinetina.