Gabigol: "Sono maturato, ora posso giocare ovunque"

Gabigol:

Nella tempesta del mercato invernale impazza Gabigol. L'attaccante di proprietà dell'Inter punta a riconfermarsi capocannoniere del "Campeonato Brasileiro Série A" e stuzzica l'interesse di tante squadre. Il Flamengo vuole utilizzare l'opzione di riscatto e aggiudicarsi un giocatore davvero fondamentale per il club. Quando si parla di mercato Gabigol non chiude la porta ad altre direzioni e si sente pronto a tornare in Europa, dopo il riscatto ottenuto nella sua terra.

GABIGOL TRA PASSATO E FUTURO: "ZERO RIMPIANTI, PRONTO PER GIOCARE OVUNQUE"

In un'intervista rilasciata al quotidiano spagnolo AS, Gabigol ha parlato a tutto tondo della sua carriera, dall'esperienza con l'Inter alla esplosione in Brasile. Queste le parole dell'attaccante classe '96:

SULL'ESPERIENZA ALL'INTER

Ho imparato molto durante l’Italia, anche se avevo poche opportunità. Sono arrivato molto motivato, volevo mostrare il mio miglior calcio". Gabigol motiva la negativa esperienza nerazzurra in cui ha giocato 10 partite con tre allenatori diversi (De Boer, Pioli, Spalletti) segnando un solo gol: "Ho sempre faticato ad allenarmi, cercando di capire la filosofia di ogni allenatore in un nuovo ambiente per me. Forse con continuità il risultato sarebbe stato diverso". Barbosa chiude così sulla parentesi all'Inter: "Ho sempre rispettato le decisioni dei tecnici, anche se sapevo che avrei potuto giocare più spesso".

SULL'ESPERIENZA AL BENFICA

"Conosco il mio potenziale e ho dovuto continuare a lavorare per avere le mie opportunità. In effetti, il mio periodo in Portogallo è stato molto breve ma mi ha fatto capire che dovevo tornare a sorridere e a fare ciò che mi piace di più, sempre a testa alta. Non mi sono mai abbattuto".

SULLA SUA NUOVA MATURITÀ'

"Devo ringraziare anche la mia famiglia per questo, mi hanno supportato tanto. Non preferisco prestare attenzione alle delusioni anche perché tutto serve per imparare. Dopo queste due stagioni in Brasile mi sento più maturo, più pronto, più preparato fisicamente e tecnicamente".

Gabriel Barbosa respinge ogni tipo di rimpianto per la carriera europea: "Non mi piace parlarne. Se avessi cambiato alcuni dettagli la mia carriera sarebbe stata diversa. La vita è fatta di scelte e a volte si rischia. Adesso so reagire meglio".

SUL SUO IMMINENTE FUTURO

Dopo gli ottimi risultati degli ultimi due anni al Flamengo, l'attaccante di proprietà nerazzurra si sente pronto per affrontare diversi campionati: "Il Brasileiro è uno dei campionato più difficili al mondo. Essere capocannoniere nella scorsa stagione (18 gol, ndr.) è stato importante e spero di ripetermi. È tutto il risultato di un duro lavoro che mi aiuta a dimostrare quanto sono cresciuto. Sono pronto per giocare in Brasile, Inghilterra, Germania, Spagna… ovunque".

IN PARTICOLARE SULLA LIGA

"La Liga è un grande campionato, molto famoso nel mio Paese, provo a vedere sempre le partite quando posso. Ci sono i migliori giocatori al mondo e squadre che sono una potenza come Barcellona, Real, Atletico, Siviglia e Valencia. È un calcio molto veloce, dinamico e di alto livello tecnico, mi piace".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Giovanni Palmisano
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram