PREVIEW - Inter a Francoforte: tedeschi imbattuti nel 2019

PREVIEW – Inter a Francoforte: tedeschi imbattuti nel 2019


Un ottavo di finale difficile ma non impossibile quello che l’Inter dovrà affrontare alla Commerzbank-Arena contro l’Eintracht Frankfurt. I nerazzurri sfideranno una squadra che non perde dal 22 dicembre scorso e che è reduce da una importante rimonta nell’ultima gara di campionato disputata contro l’Hoffenheim. L’analisi sui tedeschi di Adolf Hütter.

LA SITUAZIONE IN BUNDESLIGA


L’Eintracht occupa attualmente il 5° posto del massimo campionato tedesco grazie ai suoi 40 punti conquistati dopo 24 giornate. 3° attacco del campionato con 47 reti fatte dove ben il 32% (15) di queste sono state messe a segno dal capocannoniere della competizione Luka Jovic. Con 30 reti subite è invece la 4a miglior difesa della Bundesliga. In casa il bilancio è stato di 6 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte con 27 reti realizzate e 16 subite.

IL CAMMINO IN EUROPA LEAGUE

Insieme al Red Bull Salisburgo, il Francoforte è la squadra che ha concluso il proprio girone a punteggio pieno. In un raggruppamento non semplice è riuscita a spazzare via concorrenti come Marsiglia, Lazio e Apollon Limassol. Nei sedicesimi ha eliminato lo Shakhtar Donetsk, pareggiando prima in Ucraina per 2 a 2 e poi travolgendo la squadra di Paulo Fonseca con un secco 4 a 1 alla Commerzbank-Arena. Nella top-5 della classifica marcatori compaiono ben due giocatori: Luka Jovic, grazie alle sue 6 reti realizzate, e il francese Sébastien Haller, con 5 marcature all’attivo.

OCCHI PUNTATI SU JOVIC E HALLER

Il giovanissimo classe ’97, Luka Jovic è sicuramente una delle rivelazioni della Bundesliga e delle stessa Europa League. L’attaccante, soprannominato fin dai tempi della Stella Rossa “Il piccolo Falcao”, sembra avere la stoffa del bomber di razza dal momento che già a 16 anni e 5 mesi divenne il più giovane marcatore del club serbo. Ambidestro, Jovic è un giocatore che con i suoi costanti movimenti mette in difficoltà le difese avversarie, è un attaccante a cui bastano pochi palloni e che in area di rigore può essere micidiale. Altro punto di forza sono i colpi di testa.

Sébastian Haller è il compagno di reparto di Luka Jovic, con caratteristiche ben diverse ma che si sposa molto bene con il serbo. Il classe ’94 si mette più a disposizione della squadra ed è un tuttofare. Ha sia il senso del gol ma soprattutto ispira molto i compagni e non a caso è uno dei migliori rifinitori della Bundesliga. Altra caratteristica importante è la capacità di tenere la palla e far salire i propri compagni.

L’ASSETTO TATTICO

Adolf Hütter nel corso della stagione ha variato molti assetti tattici anche se nell’ultimo periodo si è presentato costantemente con il 3-4-1-2. La fase di costruzione solitamente parte dai centrali con i centrocampisti, come Rode e Hasebe, che si muovono moltissimo permettendo ai difensori di farli salire con il pallone il più possibile. I tedeschi sono molto bravi a creare numerose linee di passaggio poiché il “dai e vai” è un’altra caratteristica dell’Eintracht. Nel corso della stagione ha mostrato di avere soprattutto ottime qualità in fase di ripartenza ma anche quella di saper sfruttare al meglio le corsie esterne. Infatti, in Bundesliga Kostic è il 1° giocatore per cross tentati (151) mentre Da Costa è il 2° per quelli effettuati dalla corsia di destra (94). Molto spesso Jovic viene cercato con lanci lunghi per sfruttare soprattutto le sue doti nel gioco aereo. Un occhio di riguardo a Kostic: sia perché è uno specialista dai calci piazzati e sia perché potrebbe essere l’uomo che non permetterà di far respirare, e quindi impostare, Brozovic.

Però il Francoforte è anche una squadra che si sbilancia molto e quindi sarà molto importante sfruttare quelle occasioni dove lasceranno degli spazi. Un altro punto debole, evidenziato anche nell’ultima gara di campionato, potrebbero essere le corsie esterne e qui l’Inter ha tutte le qualità e le caratteristiche per poter far male.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl