CdS - Kessié, il baby prodigio che affascina tutte le big: l'Inter c'è, ma la concorrenza è spietata

CdS – Kessié, il baby prodigio che affascina tutte le big: l’Inter c’è, ma la concorrenza è spietata

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Frank Kessié, è questo il nome che è salito agli onori della cronaca negli ultimi giorni. Il motivo? Lo vogliono tutti, proprio tutti. Il centrocampista dell’Atalanta, classe ’96, ha iniziato in maniera superlativo con la maglia degli orobici, tanto da segnare 5 gol in 4 partite disputate sino a qui in campionato e Coppa Italia. Tecnicamente e fisicamente un prospetto dal futuro molto interessato, tanto da aver attirato a sé tutti i più grandi club d’Europa.

L’Inter è tra questi, con Ausilio calamitato già a Cesena nella passata stagione per visionarlo. Ma bisogna correre, come scrive il Corriere dello Sport stamane: Manchester City, Manchester United, Chelsea, Bayern, Siviglia, Milan e Napoli sono lì, appostate per battere l’una la concorrenza dell’altra.

kessie

Ma, come logico che sia, solo una di queste avrà la possibilità di vestirlo dei propri colori. E, mai come d’ora, a spuntarla sarà quella che offrirà di più. Kessié ha un contratto con l’Atalanta sino al 2021, 200.000 euro a stagione. Il suo cartellino al momento sembrerebbe valere intorno ai 15 milioni, che potrebbero facilmente elevarsi a 20 milioni a fine campionato.

De Boer è sulla stessa linea di pensiero di Ausilio, intenzionato ad andare a fondo per prelevarlo da Bergamo. Ma bisogna muoversi: la concorrenza ed il costante ed inaudito miglioramento di partita in partita del quasi 20enne ivoriano ne elevano il prezzo del cartellino. Tra due settimane, ci sarà Atalanta-Inter. Ci potremmo anche attendere sviluppi in merito.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy