Lettera aperta ad una proprietà soffocata in un immobilismo cosmico