Kovacic, ginestra nel deserto nerazzurro