Inter, richiesta penalizzazione: c’entra il cambio di proprietà, tifosi spiazzati

Inter, il passaggio di proprietà da Zhang ad Oaktree apre lo scenario per una penalizzazione ai nerazzurri: svelato il motivo.

Dopo una stagione molto positiva che ha portato alla vittoria del ventesimo scudetto e della seconda stella, l’Inter è stata costretta ad accettare una triste verità: il passaggio di società da Zhang ad Oaktree. Il fondo americano ovviamente ha tutto l’interesse e l’intenzione di mandare avanti nel migliore dei modi la società nerazzurra, che nelle ultime due stagioni è riuscita a ridurre di molto il passivo di bilancio e ha aumentato i ricavi. Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport è spuntata però una clausola presente sul contratto stipulato tra la proprietà e Suning.

Pare infatti che l’accordo preveda alcuni vincoli che hanno ridotto probabilmente le possibilità di Steven Zhang di rifinanziare. Tra queste quella che prevede, per gli Zhang, la possibilità  di incassare una percentuale in caso di cessione entro i 18 mesi. Percentuale a cui andranno tolti i 395 milioni di debiti da saldare con il fondo. Ma a tutto questo si aggiunge anche un’altra polemica, al centro della questione c’è il passaggio delle quote di LionRock, che deteneva il 31,05% delle azioni dell’Inter, contestato soprattutto per le tempistiche in cui sarebbe avvenuto.

Inter, si apre lo scenario verso la penalizzazione

L’edizione odierna de La Repubblica svela che in merito a questa questione è stata richiesta una penalizzazione nei confronti dei nerazzurri in vista della prossima stagione. Il quotidiano riporta che diversi tifosi avversari richiedono alcune penalizzazioni per il club nerazzurro.

Inter, penalizzazione in vista dopo il passaggio di società
Inter, nerazzurri a rischio penalizzazione (lapresse) spaziointer.it

A quanto pare si sostiene la presunta violazione dell’articolo 20 bis delle norme Figc sulle acquisizioni e cessioni di partecipazioni societarie. Felice Raimondo, avvocato di Campobasso, estraneo alla vicenda e tifosissimo rossonero, ha dichiarato: “La possibile irregolarità ci sarebbe nel caso in cui la Figc non fosse stata avvisata per tempo del cambiamento del controllo della società delle isole Cayman di Lionrock”.

Il dubbio quindi continua a persistere sui tempi del passaggio. LionRock aveva comunicato a Reuters che il passaggio di società dell’Inter a Oaktree non aveva avuto alcun effetto negativo visto che il il fondo non ha interessi economici nei nerazzurri, ma comunque nel bilancio risultava al 31,05%. La risposta a queste insinuazioni non è arrivata nè da parte di Suning nè da parte di LionRock. Inter e Oaktree nonostante tutto non si sono dimostrate preoccupati per una vicenda che riguarda la precedente proprietà. Sicuramente potrebbero esserci ulteriori risvolti nelle prossime settimane per cercare di approfondire maggiormente la situazione.

Impostazioni privacy