Caso Digital Bits, non solo ritardi nei pagamenti: cosa rischia l’Inter

Digital BitsInter, ancora problemi. Come riportato da Calcio e Finanza, l’Inter è a forte rischio declassamento per il rating del bond, ossia l’emissione di debito per un determinato periodo di tempo al termine del quale il creditore, o compratore del debito, ha diritto alla riscossione del capitale sottoscritto più gli interessi previsti dal contratto.

Questo quanto emerso dal documento visionato da Calcio e Finanza:

Debiti Digital Bits, tutte le cifre

DigitalBits ha saltato pagamenti per 1,6 milioni di euro in bonus per la stagione di Serie A 2021/2022 e 16 milioni di euro per l’attuale stagione 2022/2023, che rappresentano le prime due rate dei principali pagamenti del contratto base di 24 milioni di euro in scadenza a luglio e ottobre. Ciò ha portato il club a rimuovere i loghi DigitalBits dal suo sito Web, dai cartelloni pubblicitari e dalle maglie delle squadre giovanili e femminili. In assenza di un’adeguata sostituzione, prevediamo entrate di sponsorizzazione sostanzialmente più deboli. DigitalBits dipende dai flussi di cassa del mercato delle criptovalute, che quest’anno è peggiorato, con condizioni che sono peggiorate durante il secondo trimestre 2022.

Digital Bits Inter Debiti

Caos Digital Bits, cosa rischia l’Inter

Senza un accordo di sponsorizzazione adeguato per sostituire DigitalBits, questi flussi di cassa persi potrebbero portare a un calo di oltre il 50% delle entrate di sponsorizzazione dal 2024 rispetto alle nostre precedenti ipotesi di base

Un nuovo partner di sponsorizzazione potrebbe significare valori contrattuali inferiori e termini più brevi. A nostro avviso, questo, combinato con l’attuale pausa della Coppa del Mondo, significa che la ricerca di un partner adatto potrebbe essere ritardata fino al primo trimestre del 2023”.

Sei qui: Home » Copertina » Caso Digital Bits, non solo ritardi nei pagamenti: cosa rischia l’Inter