Sei qui: Home » News Inter » Inzaghi spiazza tutti sui cambi: l’ha detto su Bastoni e Mkhitaryan!

Inzaghi spiazza tutti sui cambi: l’ha detto su Bastoni e Mkhitaryan!

Finisce 1 a 3 Udinese-Inter, goal di Nicolò Barella, autogoal di Milan Skriniar, goal di Bijol e Arslan.

Giallo che farà saltare a Marcelo Brozovic la partita contro la Roma, infatti era già diffidato.

Ecco le parole di fine partita ai microfoni di Sky di Simone Inzaghi:

“Ho cambiato Bastoni e Mkhitaryan perché erano ammoniti. E perdevamo tutte le seconde palle, volevo dare una scossa. Hanno pagato Bastoni e Mkhitaryan ma dovevano pagare tutti quanti. Ci dobbiamo leccare le ferite e ragionare su questa brutta sconfitta”

”Non riusciamo a dare continuità, sono tre sconfitte in trasferta dopo essere stati in vantaggio. Il responsabile sono io in primis”.

”Abbiam fatto le ultime tre trasferte prendendo 9 goal, l’anno scorso 9 goal li abbiamo presi in un girone. Hai la fortuna di andare in vantaggio subito ma non puoi fare un primo tempo così, dovevamo entrare meglio nel secondo tempo. Abbiamo concesso troppi calci d’angoli. Questa è una sconfitta che fa male”.

”Non ci portiamo nulla di negativo dalla scorsa stagione con due trofei. Io continuo a lavorare nel migliore dei modi, oggi ci lascia tutti perplessi. Dovrò fare e dare di meglio”.

‘Dovevamo vincere i duelli e dovevamo essere più decisi”.

”Io penso che quando si subisce goal è colpa di tutta la squadra. Certi errori non possiamo permetterceli”.

”Spero di ritrovare una squadra con nessun problema dopo la sosta. Resteremo ad allenarci con solo 6 giocatori di cui 2 portieri”.

Queste invece le dichiarazioni del tecnico piacentino ai microfoni di DAZN:

Oggi è stata una partita difficile. Qual è stata la difficoltà maggiore?

LEGGI ANCHE:  Divorzio tra Icardi e Wanda Nara: la legale svela un retroscena!

“L’Udinese ha avuto più cattiveria e determinazione e ha meritato la vittoria. Da allenatore sono il primo responsabile. Tre sconfitte in sette partite sono troppe. Ora dobbiamo essere bravi ad analizzare la situazione e a migliorarci”

Il motivo dei cambi alla mezz’ora?

“L’Udinese arrivava più cattiva e determinata, avevo paura che, essendo in difficoltà, potessimo rimanere con un uomo in meno”.

Bastoni non l’ha presa bene, è comprensibile?

“Si, ma volevo sistemare la squadra”

Sei più dispiaciuto dell’atteggiamento dopo il vantaggio o del secondo tempo?

“Dopo il vantaggio dovevamo gestire in maniera migliore. Nel secondo tempo abbiamo approcciato bene i primi minuti, poi ci siamo allungati e abbiamo concesso troppe ripartenze”

Dove correrai subito ai ripari?

“Ci vuole più continuità e più determinazione. Non ci possiamo accontentare di aver vinto due partite. Giocando ogni tre giorni dobbiamo avere più continuità. Questa sconfitta ci farà riflterre perché l’Udinese è stata più brava di noi”

Il feeling con la squadra è lo stesso dell’anno scorso?

“Assolutamente si, ma dobbiamo fare meglio. La classifica è corta ma dobbiamo migliorare”

I prossimi impegni con Roma e Barcellona saranno già decisivi?

“Le prossime saranno due partite toste che cercheremo di preparare anche avendo pochi giocatori. Sperando poi gli altri tornino sani delle rispettive nazionali”

Giacomo Pio Impastato