Marotta: “Sogno Champions? Il gap tra le italiane e le altre resta”

IPP20191020 Football - soccer: Serie A, Sassuolo Calcio - Inter Mailand, giuseppe beppe marotta amministratore delegato inter Verwendung nur in Deutschland - GERMANY ONLY  IPP20191020 Football soccer Serie A, Sassuolo Calcio Inter Milan, giuseppe beppe marotta amministratore delegato inter use only in Germany GERMANY ONLY PUBLICATIONxINxGERxONLY
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nell’intervista rilasciata ai microfoni di TGR-Il Settimanale, Beppe Marotta ha toccato diversi temi: dall’addio di Spalletti e Icardi all’arrivo di Conte, dallo scudetto vinto dai nerazzurri al gap con le squadre estere per la Champions League.

Sull’addio di Spalletti e Icardi:

“Quando sono arrivato, ho dialogato con la proprietà per intraprendere un progetto nuovo. Ne abbiamo discusso tutti insieme, anche con Ausilio e abbiamo stilato un programma che prevedeva scelte nuove, una nuova struttura, dato che era giusto fare dei cambiamenti.”

Su Antonio Conte:

“Antonio è stato il grande artefice di questa cavalcata, insieme ai giocatori che l’hanno sempre seguito e alla società. Tutti insieme abbiamo gioito per questo scudetto, che addirittura è arrivato con quattro giornate d’anticipo. Questo rappresenta anche un piccolo record e ne siamo orgogliosi.”

Sul sogno Champions dei tifosi:

“Il gap tra le squadre italiane e le altre, è abbastanza evidente. Non è un caso che in finale di Champions League ci siano due club inglesi, in Europa League c’è il Manchester United. Siamo ancora molto lontani, dobbiamo lavorare.”

Sulle difficoltà economiche e taglio stipendi:

“Il Covid ha tracciato veramente un solco notevole. Il primo obiettivo, inevitabilmente, deve essere quello di ridurre i costi, di conseguenza anche gli stipendi che incidono in maniera notevole e valorizzare le risorse.”