Milito: “Spero sia l’inizio di un ciclo vincente. L’arrivo di Mourinho un bene per il calcio italiano”

12th October 2018, Trento, Italy; the FESTIVAL DELLO - TRENTO 2018 sports and panel discussions with sports champions; Diego Milito PUBLICATIONxINxGERxSUIxAUTxHUNxSWExNORxDENxFINxONLY ActionPlus12069872 PierrexTeyssot
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Diego Milito, eroe del Triplete nerazzurro, intervenuto in un collegamento video con la redazione di Sky Sport, ha commentato la vittoria dello Scudetto da parte dell’Inter. L’ex attaccante argentino, però, ha toccato anche altri temi molto importanti, come ad esempio il ritorno di José Mourinho in Serie A. Ecco le sue parole:

Sullo Scudetto:

“Sono molto felice per tutta la società e per i tifosi. Ci voleva che dopo undici anni l’Inter tornasse a vincere lo scudetto, siamo tutti felicissimi. Una squadra come l’Inter ha l’obbligo almeno di provarci, per cui dico che è molto importante. Questo scudetto porta la Juventus alla fine di un percorso vincente dopo nove anni. È uno scudetto molto sentito e anche molto meritato.

Sul paragone tra la sua Inter e quella di Conte:

“A me non piacciono i paragoni, ognuno ha il proprio stile, la propria mentalità. Conte è un grandissimo allenatore, per quanto fatto finora, e come già detto spero l’Inter inizi un ciclo vincente, lo meritano i tifosi e la società. Da fuori vedo un feeling enorme tra allenatore e giocatori che è una cosa importantissima per poter vincere qualcosa.

Su Lukaku:

Lukaku è stato importantissimo ma credo che dietro ci sia un gran gruppo come lo è stato all’epoca per me. C’è Lautaro, ma anche Sanchez che quando è entrato ha sempre fatto bene. È molto importante avere grandissimi compagni”.

Sul ritorno di Mourinho in Serie A:

Mi sarebbe piaciuto fosse tornato all’Inter, ma noi vogliamo molto bene a José e vogliamo che faccia bene ovunque. Credo che il suo ritorno sia molto positivo per tutto il calcio italiano. Sinceramente non mi aspettavo che tornasse in Italia in questo momento, è stata una notizia bomba”.