Lukaku: “La mia infanzia difficile mi ha reso la persona che sono oggi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

E’ un Romelu Lukaku a tutto tondo quello che si mostra nell’intervista rilasciata a T-Online. Durante la conversazione sono stati toccati diversi temi: dalla Bundesliga e calcio tedesco, su cui si concentra il portale, fino alla difficile infanzia del giocatore.

“BUNDES CAMPIONATO INTERESSANTE, NELLE ACCADEMIE CI SONO I FUTURI CAMPIONI”

So parlare il tedesco perché lo si studiava a scuola. Ma non ero molto bravo e ricordo poche parole. Della Bundelisga mi vengono in mente tre cose: fan appassionati, grandi stadi e le opportunità offerte da un campionato del genere”. Così ha esordito l’ex Manchester Utd parlando della Germania e del campionato tedesco, argomento principale dell’intervista.

Quanto vale la Bundes all’estero?

E’ un torneo interessante, sopratutto per tutti i giovani messi in mostra da squadre come Borussia e Schalke 04”.

Perché i grandi giocatori non vogliono giocare in Germania?

Le squadre tedesche non vogliono spendere oltre 100 milioni per un solo giocatore. Preferiscono far crescere i talenti delle proprie accademie: sono i futuri campioni!

Parlando di te, tu e Witsel siete compagni di nazionale. Ti ha detto qualcosa sui suoi obiettivi a Dortmund?

E’ un mio amico, ci sentiamo ogni settimana, penso voglia cercare di vincere il titolo a cui è andato vicino l’anno scorso. In nazionale ci troviamo bene insieme, e come gruppo vogliamo migliorare il risultato del mondiale 2018”.

A proposito di Mondiali, la Germania in Russia ha deluso. Cosa pensi della Mannschaft?

La nazionale tedesca si sta rinnovando. Auguro a loro il meglio”.

Si è sempre detto che Lukaku ha avuto un’infanzia difficile. Cosa vuol dire esattamente e che ricordi hai?

Sono cresciuto in circostanze difficili, e questo mi dà una mentalità forte. Per questo motivo continuo a fare del mio meglio. Ricordo in particolare che mi piaceva giocare a calcio e guardandomi indietro penso che le cose che ho dovuto affrontare mi abbiano reso la persona che sono oggi”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook