Marotta: "La posizione della società su Nainggolan è quella del comunicato. Cessione? Assolutamente no"

Marotta: “La posizione della società su Nainggolan è quella del comunicato. Cessione? Assolutamente no”


L’amministratore delegato per l’area sportiva interista Beppe Marotta, ha parlato ai microfoni di Sky Sport per presentare il match col Napoli ma anche per esprimere il punto di vista societario dopo questi ultimi, movimentati, giorni in casa nerazzurra, soprattutto per il polverone attorno a Radja Nainggolan, oggi allo stadio ma non convocato per motivi disciplinari.

LE PAROLE DI MAROTTA

L’Inter può arrivare seconda già in questo campionato?
“Direi di sì, le motivazioni ci sono e proveremo ad arrivare fino in fondo”.

Sui presunti messaggi vocali di Radja Nainggolan (dall’entourage del giocatore filtra che la voce sia effettivamente la sua, almeno secondo Sky Sport):
“La nostra posizione è quella del comunicato stampa di qualche giorno fa, che racchiude le nostre decisioni. Nostre intese come società che raccoglie le indicazioni dell’allenatore, che è il leader del gruppo. Dopodiché, le dinamiche interne sono gestite da noi ed è giusto non parlarne in questa sede. Radja è allo stadio, questo dimostra l’attaccamento alla squadra, alla società e ai tifosi”.

Nainggolan andrà sul mercato a gennaio?
“Assolutamente no, una decisione del genere non può invalidare una scelta fatta a luglio. La decisione è stata presa perché ci sono diritti e doveri all’interno di un gruppo, ma quando l’allenatore deciderà di reinserirlo sarà tutto dimenticato e sarà anche compito nostro farlo rendere nel modo migliore. Una squadra è composta da uomini che sanno cogliere gli aspetti negativi. Sono cose che sono sempre esistite: lui ha sbagliato, la società è stata vigile, ora questo capitolo va considerato chiuso”.

Che prestazione si aspetta dall’Inter stasera?
“Assolutamente positiva. Questo è nello spirito della società, sono fiducioso sul fatto che faremo una bella partita”. 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl