Nainggolan, l'asso di Spalletti: ora è insostituibile, ma per due motivi