Berti: Credo sempre in Champions e Spalletti, il derby lo giocherei io"

Berti: “Credo nell’Inter e nella Champions. Con qualche abbraccio in meno…”


Nicola Berti è stato per anni il bersaglio preferito dei tifosi del Milan. Lui, guascone e scanzonato, amava provocare i cugini rossoneri e per due volte è riuscito a far gol nel derby. La Gazzetta dello Sport lo ha sentito in esclusiva.

Berti: “Io credo ancora in Spalletti”

Meglio perdere il derby che essere milanisti. Però domenica vinciamo e in Champions ci va l’Inter”. Inizia così Nicola Berti su La Gazzetta dello Sport e slaccia virtualmente la camicia e mostra il petto nerazzurro. Quello sì reale e non virtuale. Lui che in carriera ha segnato due volte ai rossoneri nel 1990 e nel 1993 portando una vittoria (nel finale) e un pareggio (ripreso da Ruud Gullit).

Sarà allo stadio?
Non credo, certi colori visti dal vivo non mi piacciono (ride, ndr). La guarderò sul divano…”.

Il Milan arriva 12 partite consecutive tra campionato e coppe senza sconfitte: preoccupato?
Potrebbero preoccuparci, lo ammetto. Uso il condizionale, ma hanno fatto molto bene anche a Roma, la squadra è vivissima. Hanno trovato energie e cattiveria, hanno l’occhio da tigre che prima era spento”.

Tutto merito di Rino Gattuso?
Credo proprio di sì, prima si erano persi. Ora invece corrono, sono messi bene fisicamente. E poi lottano dall’inizio alla fine di ogni partita. Rino ha portato una botta di intensità a tutto l’ambiente”.

L’Inter invece ha vinto senza entusiasmare con il Benevento e in generale ha sommato 2
successi in 13 gare…
Luciano Spalletti sa benissimo che bisogna continuare a lavorare per trovare soluzioni differenti rispetto al gioco di inizio anno quando sugli esterni riuscivamo più facilmente a far valere le qualità di Candreva e Perisic. Ora gli avversari ci conoscono e anticipano le nostre mosse. Bisogna giocare con più inserimenti dei centrocampisti. E lì ci sono diverse soluzioni con Rafinha, Brozovic, Borja Valero, lo stesso Candreva“.

E cosa farebbe lei?
Non voglio certo sostituirmi al mister, però già contro il Benevento si è visto Candreva più centrale. Potrebbe essere una buona soluzione. Per me, tra l’altro, Antonio è intoccabile, dovrebbe giocare sempre. Lo adoro corre un sacco, poi sento anche io qualche critica sui suoi cross, ma guardiamo meglio: tanti dei suoi cross sono stati assist preziosi per i compagni“.

Ma come si prepara un derby in una situazione così apparentemente opposta, seppur con
l’Inter nettamente davanti in classifica?
È proprio questa situazione a rendere bello il derby di domenica sera. E un derby si prepara facilmente, le motivazioni sono lampanti: basta pensare ai colori delle maglie avversarie e ti vien voglia di correre. Lo giocherei anche io…“.

Domenica sera dovrebbe tornare Mauro Icardi…
Mauro è fondamentale per questa squadra. Avrà motivazioni e voglia dopo quattro partite perse per infortunioEd è la partita ideale per rientrare. Di solito si “sbaglia” la seconda, non la prima. Quindi non conta se è il derby, non ci sono differenze, si vuole tornare a mille subito. Icardi volerà sulle ali dell’entusiasmo dal momento che sfiderà certi colori. Avrà voglia di riscatto per la squadra, che vuole aiutare a tornare in Champions, e per sé, per provare a toccare quota 100 gol in Serie A“.

Cosa ne pensa dei gol di Ranocchia e Skriniar dopo il pasticcio del Ferraris contro il Genoa?
Una storia bellissima, sono felicissimo per loro. Andrea si meritava il gol e mi è piaciuto tantissimo quando a fine partita ha ribadito l’importanza di anteporre sempre il gruppo sui singoli, per raggiungere l’obiettivo di tornare in Champions. Skriniar è fortissimo, fa reparto da solo“.

Lei sorprenderebbe Gattuso inserendo dall’inizio…?
Karamoh. Mi piacerebbe vederlo in campo contro il Milan. Sarebbe una bella sorpresa per Ringhio, che dovrebbe prendere le contromisure”.

Se dovesse spiegare a Rafinha cos’è il derby, cosa le direbbe?
Lo capirà da solo, in questi giorni di avvicinamento e affacciandosi al Meazza domenica. Non servono molte parole, basta “annusare” l’atmosfera“.

Ha visto il calendario del prossimo turno?
Pazzesco,si incrociano le prime della classifica, sarà determinante fare punti nel derb per l’Inter perché qualcuno ne perderà negli altri due incontri tra Lazio-­Juventus e Roma-Napoli“.

Lei ricorda sempre i suoi derby fatti di sfottò e azzeramento dei saluti nei giorni precedenti con i «colleghi» rossoneri in giro a Milano. Adesso cosa consiglia agli interisti di oggi?
Di non abbracciarsi troppo nel sottopasso prima di entrare in campo: è il derby!“.

Fonte foto: screen youtube




ULTIME NOTIZIE

Chi Siamo

Spazio Inter è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla FC Inter 1908, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per il San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Editore: Cierre Media SRLS - P.IVA: 07984301213

Direttore editoriale "SpazioInter.it": Antonio Caianiello

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da Fc Inter 1908

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Facebook

Copyright © 2015 Cierre Media Srl