CdS - Luciano Spalletti e il suo "incubo" del turnover. Ecco i motivi

CdS – Luciano Spalletti e il poco turnover. Ecco i motivi


Dall’inizio di Campionato, Luciano Spalletti ha utilizzato soltanto 17 giocatori. Un numero molto inferiore rispetto alle altre squadre di Serie A.

8 giocatori con già 400 minuti nelle gambe

Dei 17 giocatori schierati da Luciano Spalletti dall’inizio di Campionato, ben 8 di questi hanno già accumulato 400 minuti nelle gambe. Si tratta di Handanovic, D’Ambrosio, Miranda, Skriniar, Borja Valero, Candreva, Icardi e Perisic.

Questo fatto lo si potrebbe spiegare sia con l’assenza dell’Inter alle coppe europee, sia a causa della rosa ristretta con la quale si trova a lavorare Luciano Spalletti.

Non tutti gli uomini sono integrati con i meccanismi tattici

Secondo il Corriere dello Sport, mister Luciano Spalletti non reputa che i giocatori a sua disposizione abbiano ancora ben compreso i suoi meccanismi tattici e le sue idee sul calcio e, dunque, non si sono ancora ben integrati.

In attesa del recupero di Joao Cancelo, Spalletti ha concesso soltanto a Brozovic, Eder e Ranocchia un’occasione, ma subentrando sempre dalla panchina. Probabilmente anche a causa delle poche disponibilità convincenti che si ritrovava in panchina contro il Bologna, Luciano Spalletti ha tardato ad effettuare i cambi, concedendo ad Eder soltanto gli ultimi minuti finali della partita.

Servono maggiori alternative

Per poter centrare l’obiettivo di Qualificazione alla Champions League, Luciano Spalletti ha sicuramente necessità di ricevere qualche rinforzo con il mercato invernale. Servirebbero ancora un tassello importante per la difesa ed uno al centrocampo. Inoltre, sembra che mister Spalletti stia sperimentando il 4-4-2, abbandonando, cosi, la figura del trequartista. Inutile continuare a tenere un giocatore non adatto in quel ruolo, come Joao Mario e Brozovic.

Importante, dunque, sarà la figura di Eder, che potrebbe cosi affiancare Mauro Icardi, nel nuovo modulo. Intanto, Luciano Spalletti attende il pieno recupero anche di Santon, mentre Pinamonti, Karamoh e Vanheusden aspettano ancora la loro prima presenza.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl