Stefano Vecchi: "L'Inter merita di essere in alto. Al prossimo tecnico dico..."

Vecchi: “Ringrazio l’Inter per l’opportunità, il club merita di essere in alto. Al prossimo tecnico dico…”


Stefano Vecchi ha ottenuto il terzo successo in quattro gare da tecnico della prima squadra. L’allenatore, che tornerà in Primavera, ha così commentato la vittoria ottenuta questa sera contro l’Udinese.

IL COMMENTO DI STEFANO VECCHI

Pinamonti e Eder possono agire da vice Icardi in futuro?
“Se devo fare delle considerazioni personali, sicuramente Pinamonti è un profilo a livello giovanile, ma è stimato. Eder è un attaccante della Nazionale e non penso si scopra adesso. Poi tocca al nuovo allenatore…”

“In bocca al lupo ovunque andrai”, è questa la frase che ha detto a Perisic dopo il cambio?
“Non gli ho detto così, anche perché non so cosa stanno facendo. Io leggo come tutti quello che scrivono. Lui è uno che è di pochissime parole e non abbiamo creato questo tipo di scambio”. 

Cosa suggerisce al prossimo tecnico?
“Credo che questa squadra debba ritrovare la cultura del lavoro, la cosa più importante è questa, mi riferisco a tutto il gruppo in generale. Sia quelli che si allenano meno sia quelli che si allenano di più. Ringrazio quelli che si sono messi a disposizione e si sono messi in gioco in queste partite, chi si è impegnato con dignità: abbiamo disputato tre ottime gare”. 

In questa stagione si poteva ricorrere più spesso a Eder in coppia con Icardi?
“Bisogna avere la forza di reggere e sostenere le due punte in attacco, non dipende solo dai due in avanti, ma dal loro lavoro dei centrocampisti. Qualche volta l’abbiamo provato, l’abbiamo fatto, col Crotone a novembre, ma si fatica a gestire la gara, rischiamo di andare in balia dell’avversario”. 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy