Ausilio: "La Champions era un sogno, L'Europa League deve essere una realtà, un dovere. Le offerte per Perisic? Dico che..."

Ausilio: “La Champions era un sogno, L’Europa League deve essere una realtà, un dovere. Le offerte per Perisic? Dico che…”


Ausilio, direttore sportivo nerazzurro, è stato intervistato nel pre partita di Crotone-Inter. Queste le parole del dirigente interista ai microfoni di Premium Sport.

PERISIC VIA? SOLO VOCI, PIOLI SA MOTIVARE IL GRUPPO

Ausilio, a proposito della situazione nerazzurra e delle voci di mercato, ha detto: “Pioli ha usato parole per stimolare, per motivare i ragazzi. L’ambiente Inter deve essere sempre sotto esame, non ci si può accontentare di qualche piazzamento, questa è la realtà l’Inter. Bisogna sempre cercare di essere al vertice. Offerta per Perisic dall’Inghilterra? Al momento sono solamente chiacchiere, Perisic è un giocatore importante per noi, un nostro pilastro. Manolas? Kostas è un giocatore della Roma, noi dobbiamo migliorare in qualche zona di campo, vedremo con calma dove e chi acquistare”.

LA CHAMPIONS ERA UN SOGNO, ORA L’EUROPA LEAGUE È UN OBBLIGO

Ausilio ha poi proseguito: “Quando insegui, quando fai un percorso così duro e importante per rimontare, non puoi permetterti di sbagliare nulla. Purtroppo abbiamo steccato un paio di partite, con la Roma ad esempio. L’Inter ora deve fare di tutto per rientrare in Europa dalla porta principale. L’obiettivo Champions era un sogno, quello Europa League è un dovere, un obbligo”

 Il D.S. nerazzurro ha poi concluso: “Joao Mario in panchina? Non è che Banega, visto che è arrivato  parametro zero, sia meno forte o valga meno. L’investimento fatto è stato importante si, ma è un grandissimo calciatore e quando avrà l’occasione la sfrutterà al meglio. Deve meritarsi il posto, domenica non lo ha dimostrato. Sono certo che in futuro che si farà trovare pronto. Oggi sono scelte tattiche fatte dal mister, non si discutono”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy