CeF - Serie A e diritti TV, ecco quanto si guadagna in base al piazzamento. L'Inter...

CeF – Serie A e diritti TV, ecco quanto si guadagna in base al piazzamento. L’Inter…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nelle ultime giornate di campionato c’è stata una lotta apertissima per il decimo posto, con almeno 3/4 squadre impegnate per il piazzamento. Anche con maggiore impegno rispetto al solito, visto che i 3 milioni in più garantiti dal 10° posto avevano una certa importanza sulle squadre di metà classifica che solitamente a fine campionato non hanno niente di cui preoccuparsi.

1
Dando uno sguardo alla tabella pubblicata da Calcio&Finanza il primo è identico all’anno scorso e prevede l’assegnazione di 3,8 milioni di euro alla prima in classifica e 0,2 milioni di euro all’ultima. Ogni posizione quindi vale grosso modo 0,2 milioni in meno. Il secondo è il criterio meritocratico e riguarda la divisione delle cifre che si sono aggiunte rispetto all’anno scorso con l’entrata in vigore del nuovo accordo sui diritti tv.
La fetta maggiore di questa torta va alle prime dieci e alle tre retrocesse. Dall’undicesimo al diciassettesimo posto si guadagna un milione a testa.

Per quanto riguarda l’Inter, il totale è di 9.5 milioni, -3.6 rispetto alla Juventus.

Tra i vari obiettivi anche arrivare decimi quest’anno aveva un valore particolare. La corsa è stata vinta in extremis dall’Empoli, che con la vittoria sul Torino e al Genoa sconfitto dall’Atalanta è riuscito a raggiungere il 10° posto. A perdere qualche euro all’ultimo turno anche l’Udinese, che si è fatta superare dal Palermo nella lotta salvezza, con i rosanero che porteranno a casa circa 100mila euro in più dei bianconeri.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy