GdS – La prima di Mancini alla Scala del calcio

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

All’interno de La Gazzetta dello Sport odierna si racconta della prima alla “Scala del calcio” di Mancini paragonandola alla prima del 7 dicembre alla Scala. Il Mancio ne ha giocate tante di partite importanti, ma prima dell’esordio lo stomaco brucia sempre, come potrebbe bruciare a una ballerina o a un solista. L’arte prevede concentrazione sui movimenti tecnici, non è soltanto talento, come il calcio amato dal tecnico nerazzurro. Chissà se ha dormito stanotte, chissà se la Callas dormiva con la consapevolezza di dover portare a termine un rito che aveva impiegato il lavoro di orchestra, operai, costumisti. Un assolo infondo è come un calcio di rigore, ti hanno preparato in tanti ma ci arrivi da solo.

Stasera l’Inter si affiderà a un inglese adottivo, Mancini, e a un paio di argentini, Palacio Icardi. Poi ci sarà l’attore giovane, la promessa croata Kovacic.

Oggi andrà in scena una partita preparata in pochi giorni dal marchigiano, e chissà che il 7 dicembre si recherà alla Scala con qualche punto in più in tasca.

La sera delle due prime alle due Scale, oltre a stasera (essendo il primo derby anche per Inzaghi) è coincisa solo una volta: 7 dicembre 1975; Milan-Inter con Trapattoni e Chiappella sulle panchine. I milanisti potrebbero sorridere, la partita finì 2-1 per i rossoneri, ma Mancini si può consolare: una prima è una prima, e per natura non ha precedenti.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook