Mondiale a rischio per CR7: in Portogallo è “caccia alle streghe”. La colpa sarebbe di…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Quando quattro mesi fa Nana Kwaku Bonsam predisse che avrebbe procurato un grave infortunio a Cristiano Ronaldo, così da non fargli disputare il Mondiale, molti la presero come una battuta. Magari un filino macabra, d’accordo, ma del tutto innocua, perché a quei tempi per fermare il Pallone d’Oro ci voleva ben più della pittoresca minaccia di un santone ghanese. Ma se considerate che Nana Kwaku Bonsam significa letteralmente “Il Diavolo del Mercoledì” e che la Federazione portoghese proprio ieri (guarda caso mercoledì) è stata costretta ad ammettere che CR7 qualche problemino ce l’ha davvero — tendinite rotulea al ginocchio sinistro —, ecco che quel cupo presagio di sventura fa decisamente meno ridere.

A maggior ragione poi dopo che il santone (che ha pure la sua bella pagina Facebook dov’è seguito da oltre 2000 persone) ha confermato di aver mantenuto fede alla parola data ai suoi connazionali quando il Ghana venne estratto nello stesso girone Mondiale del Portogallo, praticando un non meglio precisato rito voodoo a base di polveri divine e intrugli vari ai danni di Ronaldo (o meglio, della sua foto) per metterlo fuori gioco. “So bene cosa sia l’infortunio di Cristiano Ronaldo – ha ammesso il santone in un’intervista alla stazione radiofonica Angel FM, ripresa dal ‘Guardian’ — perché da quattro mesi sto lavorando seriamente per impedirgli di partecipare alla Coppa del Mondo, o perlomeno di non giocare contro il Ghana. La scorsa settimana sono andato in giro a cercare quattro cani da utilizzare per dare vita ad uno spirito speciale chiamato “Kahwiri Kapam” e li ho trovati”.

Guarda caso, è dalla scorsa settimana che CR7 sta male e anche se i medici della Nazionale sono convinti di poterlo recuperare per il via ufficiale del torneo il 16 giugno contro la Germania (mentre la sfida contro il Ghana sarà dieci giorni dopo, il 26, a Brasilia), ci pensa ancora Bonsam a levar loro ogni speranza, spiegando che “l’infortunio non può essere curato, perché è di tipo spirituale e non si può vedere. Oggi è il ginocchio di Cristiano Ronaldo ad avere problemi, domani sarà la coscia, poi qualcosa d’altro”.

Insomma, una maledizione di quelle potenti. O forse, semplicemente, un’infiammazione causata dal logorio di una stagione che per CR7 sembra non finire mai. Ma non ditelo al santone.

 

Fonte: La Gazzetta dello Sport

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook