Mandorlini si affida a Toni e Iturbe: Jankovic o Martinho per completare il tridente

Toni Iturbe
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sono 21 i giocatori del Verona convocati da Andrea Mandorlini, che raggiungerà nel match contro l’Inter le 150 panchine con i gialloblu. Per la sfida di stasera del “Bentegodi” saranno assenti Agostini per un risentimento muscolare al tricipite surale sinistro, Emil Hallfredsson per un sovraccarico dei flessori e Juanito Gomez per un’infiammazione al ginocchio.

La formazione che ha in mente l’allenatore romagnolo per lanciare la sfida europea all’Inter prevede l’ormai consolidato 4-3-3 con Rafael in porta, linea difensiva con al centro la coppia MaiettaMoras, Cacciatore largo a destra e Albertazzi sul versante opposto. A centrocampo mancherà, rispetto alla gara d’andata, la stellina Jorginho, trasferitosi al Napoli, per un reparto che sarà composto da Romulo e Marquinho in posizione di mezze ali e con il ballottaggio DonadelCirigliano in cabina di regia (al momento, l’ex Fiorentina appare leggermente favorito).

In attacco il bomber Luca Toni sarà sicuramente spalleggiato da Iturbe, osservato speciale di questo match, con Jankovic e Martinho che se la giocheranno per il ruolo di esterno sinistro: il serbo ha lavorato a parte in palestra in questa settimana e sembra recuperato, ma Mandorlini valuterà solo all’ultimo se le sue condizioni saranno idonee per la sfida contro i nerazzurri.

Antonio Simone