Thohir: “Buona vittoria, ma la strada è ancora lunga. Su Hernandez e Torres vi dico che…”

Erick Thohir Inter-Catania San Siro
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Intercettato nel centro di Milano da alcuni giornalisti, Erick Thohir ha parlato della vittoria ottenuta ieri sul Torino. Ecco le parole del presidente nerazzurro.

Ora la qualificazione all’Europa è vicina, l’Inter è a un solo punto dalla Fiorentina. E’ soddisfatto?

“Come ho detto ieri, penso che fosse un giorno speciale anche per fare un regalo di buon compleanno ai tifosi. E’ stata una buona vittoria, ma mancano ancora undici partite e la strada è ancora lunga. Ovviamente spero che la squadra sia sempre solida e che possa conquistare punti in ogni partita”.

Andrea Ranocchia ha giocato una grande partita, potrebbe una buona idea tenerlo per il futuro?

“Come ho già detto più volte, prima della fine della stagione faremo delle valutazioni su tutti i giocatori, quelli che resteranno e quelli che saranno ceduti. Ma alla fine credo sia positivo che tutti nella squadra vogliano dare il massimo, perchè noi vogliamo bene a tutti loro ma alla fine vogliamo che rendano al meglio. E’ un buon segno, ad esempio, che Andreolli abbia giocato bene così come l’ha fatto Ranocchia. E’ un buon segno che vogliano competere tra di loro per il bene dell’Inter”.

Anche Esteban Cambiasso potrà essere importante per il futuro dell’Inter? Sappiamo che il suo contratto scade a giugno…

“Penso che anche Palacio stia trattando il rinnovo. E’ importante considerare anche le prestazioni di Esteban Cambiasso: lui ha giocato bene, anche Samuel l’ha fatto, ma alla fine della stagione faremo una valutazione su tutti e non solo su di loro. Anche sui giovani, perchè vogliamo costruire una squadra per i prossimi tre anni, sarà importante quindi la pianificazione non solo della singola stagione”.

E’ vero che l’Inter si è interessata a ‘Chicharito’ Hernandez del Manchester United?

“Penso che sia un buon giocatore ma non abbiamo discusso nè con lui nè con Torres”.

 

Fonte: inter.it