CALCIOMERCATO/ Inter: Moyes chiude la porta per Nani

CALCIOMERCATO/ Moyes blocca Nani: “Lo United non farà altre operazioni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La porta del Manchester United si è chiusa di scatto, dopo aver lasciato qualche spiraglio negli ultimi giorni. L’allenatore dei Red Devils, David Moyes, ha infatti dichiarato nella sua conferenza stampa che il mercato della squadra nella finestra di gennaio è da considerarsi concluso. L’affare Nani non si farà, almeno non a gennaio.

Non faremo altre operazioni da qui alla fine del mercato: sono state queste le parole del tecnico scozzese nella consueta conferenza stampa pre partita del venerdì. “Potete abbassare le telecamere”, ha detto l’erede di Ferguson ai giornalisti presenti in sala, “non devo annunciare nessun colpo, state tranquilli. Manderemo solo qualche giovane in prestito, per il resto non succederà nulla”. Con queste dichiarazioni, Moyes ha chiuso di fatto ogni spiraglio per la trattativa Nani-Inter, montata nelle ultime ore per la necessità dei nerazzurri di comprare un giocatore offensivo e la volontà del portoghese di cambiare aria.

Col passare delle ore si è capito che l’operazione difficilmente si sarebbe conclusa, anche per l’esborso economico importante che avrebbe dovuto affrontare Thohir, soprattutto in termini di ingaggio. Alla fine è stata decisiva la volontà dell’allenatore dello United, oppostosi alla cessione del giocatore che, seppur infortunato al momento, è uno dei talenti più fini presenti in rosa.

Niente Inter per Nani, dunque, che rimarrà a Manchester perlomeno fino alla prossima estate. Mazzarri non abbraccerà l’ala portoghese, ma si potrà consolare con gli arrivi di D’Ambrosio ed Hernanes.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy