Cassano sfida il suo passato e stringe i denti per giocare a San Siro

1888031-cassano
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Una gara particolare quella contro l’Inter per l’attaccante del Parma Antonio Cassano. Come riporta il Corriere dello Sport, non solo il ritorno in uno stadio che ha significato tanto per lui, quello inoltre della sue squadra del cuore, dove ha vissuto momenti altalenanti ma dai ricordi splendidi. Poi, un allenatore al quale è molto legato, Walter Mazzarri, che lo rilanciò alla Sampdoria dandogli tutta la fiducia necessaria per emergere, godendo di una stima incondizionata da parte del tecnico. Ben lo sa il talento barese, molto motivato per il big match che non vuole perdere per nessun motivo. Neanche per la frattura con conseguente operazione al setto nasale che lo costringerà a giocare con un’apposita mascherina protettiva.

Nonostante una rottura non proprio idilliaca ai tempi di Stramaccioni, Cassano ritroverà a Milano tantissimi amici, Zanetti in primis con il quale è rimasto in ottimi rapporti. L’attaccante sta bene, a Parma è sereno anche se un giorno, magar a fine carriera, gli piacerebbe tornare ina una piazza che già conosce, come quella di Genova o proprio Milano sponda nerazzurra. Anche quest’anno avrebbe potuto vestire la casacca del club di Thohir, promosso da Mazzarri che però non gli dava certezze per un posto da titolare. Il giocatore ha quindi deciso di proseguire la sua carriera a Parma ed i risultati gli stanno dando merito.