Primavera, Inter-Verona 2-1: Bonazzoli firma vittoria e sorpasso sul Milan

Primavera, Inter-Verona 2-1: Bonazzoli firma vittoria e sorpasso sul Milan


Torna a vincere al centro sportivo “Giacinto Facchetti” la Primavera guidata da Salvatore Cerrone. I nerazzurri hanno superato 2-1 l’Hellas Verona in un vero e proprio scontro diretto grazie ad un’ottima prestazione di squadra nella quale ha brillato ancora una volta la stella del baby bomber Federico Bonazzoli.

Mister Cerrone sceglie il 4-3-3 dal primo minuto con Maniero in porta, Longo ed Eguelfi rispettivamente a destra e a sinistra mentre al centro ci sino Paramatti e Pinton. Il capitano Tassi in cabina di regia a centrocampo con Knudsen e Mohammed Dabo ai lati. In attacco Camara a destra, Capello a sinistra e Puscas ad agire da prima punta.

Fin dai primi minuti è chiaro a tutti il copione della partita con l’Inter a provare a fare gioco ed il Verona che chiude tutti gli spazi in difesa pronto però a ripartire in contropiede. Al 14′ la prima azione degna di nota del match è di marca nerazzurra con Puscas che a tu per tu con il portiere degli scaligeri Borra prova a beffarlo con un pallonetto trovando l’estremo difensore attento in uscita. Il Verona tiene bene il campo ed al 27′ sfiora il vantaggio con la conclusione da fuori di Zaccagni che termina però di poco fuori. Passano solo due minuti e gli ospiti riescono a trovare la rete: azione travolgente di Fares sulla sinistra, il cross è preciso per Alba che di testa batte l’incolpevole Maniero. La reazione dell’Inter non si fa attendere e al 31′ sempre di testa Longo sfrutta al meglio il corner battuto da Tassi riequilibrando subito il risultato. Gli ultimi minuti della prima frazione vedono ancora un’occasione per parte, la botta da lontano di Fares che finisce la sua corsa di poco sul fondo e l’uscita tempestiva di Borra ancora una volta su Puscas.

Il secondo tempo inizia con un cambio tra le fila dell’Inter con Bonazzoli al posto del volenteroso ma poco preciso Puscas. I primi minuti della ripresa vedono Capello grande protagonista nei panni dell’assistman. Al 54′ è Camara a sprecare con un diagonale poco preciso l’ottima assistenza dell’ex attaccante del Bologna. L’Hellas tiene bene fino al 62′ quando sale in cattedra Bonazzoli: il classe 1997 salta due uomini con irrisoria facilità e scarica verso la porta un sinistro preciso che non lascia scampo al portiere Borra. È la terza rete nelle ultime due partite per l’enfant prodige del settore giovanile nerazzurro. Al 65′ l’Inter potrebbe chiudere i conti ma il colpo di testa di Camara, su cross del neoentrato Ventre, scheggia la traversa e finisce fuori. Al 67′ il Verona si fa vivo in avanti con una bella conclusione di Zaccagni respinta in angolo da Maniero. La seconda parte del secondo tempo fila via lascia senza particolari problemi per l’Inter che difende il vantaggio e prova con Ventre, Camara e Bonazzoli a calare il tris peccando però di freddezza in zona gol. Dopo cinque minuti di recupero il signor Rasia di Bassano del Grappa decreta la fine delle ostilità al “Facchetti”.

L’Inter sale a diciotto punti in classifica e conquista il terzo posto alle spalle di Atalanta e Chievo superando il Milan sconfitto ieri a Brescia e fermo quindi a sedici punti.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl