L'arrivo di Rocchi spinge Livaja verso il Siena

L’arrivo di Rocchi spinge Livaja verso il Siena


Marko Livaja Europa League Inter“Sono contento della mia rosa, l’unico regalo che chiederei per Natale al Presidente è un vice-Milito”. Con queste parole Stramaccioni aveva espresso il desiderio di ricevere in dono a gennaio un giocatore d’esperienza che potesse far respirare il centravanti argentino. Per far fronte a questa esigenza, la società nerazzurra ha portato a Milano Tommaso Rocchi.

L’ex-capitano della Lazio, classe 1977, non può sicuramente rappresentare il futuro dell’attacco interista ma potrà dare un contributo importante nei prossimi sei mesi, consentendo poi alla società di fare scelte diverse in estate, quando Branca e Ausilio dovranno setacciare il mercato alla ricerca di un giocatore capace di raccogliere l’eredità di Milito.

Risolto il problema, l’Inter ora sta lavorando alla cessione in prestito di Marko Livaja. Il giovane bomber croato, in Europa League ha dimostrato tutte le sue qualità, ma non è ancora abbastanza maturo per reggere il peso della maglia nerazzurra in campionato. Per permettergli di giocare con continuità e proseguire così il suo percorso di crescita, la dirigenza di corso Vittorio Emanuele, sta valutando insieme a Stramaccioni l’ipotesi di mandarlo a fare un po’ di gavetta in provincia.

Tra i club più interessati al giocatore sembra esserci il Siena, come ha confermato Stefano Antonelli, dirigente del club toscano, a Sky Sport 24: “Secondo noi questo ragazzo può far bene, parleremo di lui con l’Inter perchè siamo convinti che potrebbe darci una mano, ma questo dipenderà dalla società interista e anche dalla volontà del giocatore. Finora ci sono stati solo approcci e stiamo parlando per arrivare a capire se possiamo prenderlo in prestito“.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy