Ventura: "Dobbiamo dare emozioni, non subirle"

Ventura: “Dobbiamo dare emozioni, non subirle”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Al termine della seduta di rifinitura che precede la gara contro l’Inter, il tecnico granata Giampiero Ventura ha incontrato i media nella consueta conferenza stampa prepartita: “Non sappiamo nè come giocherà l’Inter, nè con chi. Non cambierà molto per noi; se abbiamo determinate conoscenze non dobbiamo farci condizionare. Oggi credo che il Torino sia in grado di fare come fece il Bari a San Siro quando Mourinho cambiò tre moduli in corso e noi rispondemmo con altrettenti adattamenti.

L’esperto allenatore del Torino, prevede così l’impatto con la gara: “Un po’ di emozione ed eccitazione per chi non ha mai affrontato i nerazzurri ci sarà, ma è importante sapere chi si è e cosa si vuol fare. Sotto questo aspetto abbiamo lavorato molto in questi due anni. Noi dobbiamo dare emozioni, non subirle”.

Ventura, punta molto sulla buona prestazione dei suoi: “Il problema non è vincere o perdere domani perchè siamo solo alla terza partita, ma verificare quanto di buono abbiamo fatto in questo periodo e quanto ancora abbiamo da lavorare per arrivare dove ci siamo prefissati”.

Il pubblico granata, è in subbuglio per la sfida contro i ragazzi di Stramaccioni: “Lo stadio sarà pieno e sono molto contento. Credo che sia la giusta gratificazione per il lavoro svolto da questi ragazzi negli ultimi 15 mesi. L’anno scorso avevamo coniato il “se vogliamo, possiamo”, quest’anno la frase usata nella campagna abbonamenti “insieme possiamo” credo rappresenti bene quello che può essere l’obiettivo di quest’anno. Questo dev’essere l’inizio di una semina iniziata l’anno scorso che a poco a poco inizia a dare i suoi fruttiSe alla fine della partita i tifosi saranno orgogliosi di quanto la squadra avrà espresso allora avremo raggiunto il nostro obiettivo”.

Un pensiero va anche al giovane tecnico nerazzurro: “A Stramaccioni auguro una grande carriera. Lo considero anche fortunato perchè non è da tutti passare dalla Primavera alla prima squadra in un grande club. Tutti i giocatori parlano bene di lui, quindi significa che ha un buon rapporto. Ha una grande occasione e gli auguro di coglierla al volo. Domenica non cerchiamo un risultato fine a sè stesso, ma una prestazione che ci permetta di fare risultato”.

Ecco l’undici che Giampiero Ventura dovrebbe opporre all’Inter nel posticipo di domani sera all’Olimpico di Torino: Gillet in porta, Darmian, Glik, Ogbonna e Masiello a comporre il quartetto difensivo; Brighi e Gazzi in mediana; Sgrigna e Bianchi in avanti supportati sugli esterni da Vives e Stevanovic

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy