E' l'ora di Matias Silvestre in nerazzurro

E’ l’ora di Matias Silvestre in nerazzurro


Come da copione, dopo la rescissione di Lucio, che sembra essere vicinissimo alla Juventus, Matias Silvestre è davvero a un passo dal vestire la maglia nerazzurra. Il roccioso centrale argentino, che a settembre compirà ventotto anni, è pronto a lasciare Palermo per effettuare quel salto di qualità che un giocatore del suo valore merita.

Nell’ultima stagione all’ombra del Monte Pellegrino, l’ex Catania ha disputato un campionato importante collezionando 29 presenze condite da ben 5 gol. Nella giornata di lunedì, il procuratore di Silvestre, Fernando Cosentino, ha fatto visita ai dirigenti interisti nella sede di corso Vittorio Emanuele per mettere a punto gli ultimi dettagli del trasferimento.

L’accordo con il giocatore e il suo entourage c’è già, manca ancora da limare qualche centinaia di migliaia di euro con Zamparini. Infatti, Moratti è pronto a versare nelle casse rosanero una cifra poco superiore agli 8 milioni, mentre il vulcanico presidente palermitano ne vorrebbe 10. Molto probabilmente, questa leggera differenza tra domanda e offerta, verrà colmata con l’inserimento di qualche bonus relativo alle presenze del giocatore e agli obiettivi che l’Inter raggiungerà nella prossima stagione.

Per quanto riguarda il contratto del giocatore, Silvestre firmerà un contratto che lo legherà alla società nerazzurra per i prossimi quattro anni a circa 2 milioni di euro a stagione. Rispetto al contratto appena rescisso da Lucio, che guadagnava 4,5 milioni netti a stagione, il risparmio per le casse societarie è sensibile. Anche sotto l’aspetto tecnico-tattico, l’operazione sembra essere azzeccata più che mai. Confrontando le prestazioni di Silvestre e Lucio nell’ultima stagione, è evidente la differenza di rendimento in favore dell’argentino che, per di più, vanta una carta d’identità più giovane di ben sei anni rispetto al brasiliano.

L’ex Boca Juniors e Catania, è pronto così a formare con Walter Samuel una coppia tutta argentina di sicuro affidamento su cui Andrea Stramaccioni porrà le basi della sua nuova Inter.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy