C'è l'offerta per Silvestre, ma Zamparini aspetta il rilancio del Milan

C’è l’offerta per Silvestre, ma Zamparini aspetta il rilancio del Milan


L’arrivo di Galliani a Parigi nella giornata di ieri è la conferma che la trattativa per la cessione di Thiago Silva al Paris Saint-Germain è quasi conclusa. Se da una parte la rinuncia del Milan al suo giocatore più importante porterà a un ridimensionamento delle ambizioni del club, dall’altra rischia di complicare i piani di mercato di Branca e Ausilio.

Da tempo, infatti, l’Inter è interessata a Matias Silvestre, ma i rossoneri potrebbero cercare di colmare il vuoto lasciato dal difensore brasiliano proprio con il giocatore del Palermo. I dirigenti nerazzurri hanno già avuto i primi contatti con Zamparini, che valuta il centrale argentino non meno di 12 milioni di euro.

La prima offerta partita da corso Vittorio Emanuele è di 4 milioni più la metà del cartellino di Viviano. Una proposta che non sembra in grado di accontentare le richieste del patron rosanero, allettato dalla possibilità di scatenare un vero e proprio derby di mercato sfruttando le esigenze della rosa rossonera.

Va detto che Allegri avrebbe indicato in Dedè, difensore del Vasco da Gama, l’erede naturale di Thiago Silva ma, considerando che il Milan dovrà sostituire anche Nesta, non è da escludere che Galliani tenti il doppio colpo, attingendo dal tesoretto ricavato durante il viaggio d’affari parigino per superare la concorrenza nerazzurra.

A quel punto l’Inter, non potendo pareggiare l’offerta cash dei cugini, rischierebbe davvero di farsi soffiare da sotto il naso l’ennesimo obiettivo di mercato. Ecco perchè, nei prossimi giorni, Branca e Ausilio potrebbero tornare alla carica nel tentativo di chiudere l’affare (aumentando i contanti, ndr) prima che il Milan possa inserirsi, trasformando la trattativa in un’asta tutta milanese che farebbe solo ed esclusivamente il gioco di Zamparini.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl