Maicon verso l'addio, ma (forse) c'è ancora una speranza

Maicon verso l’addio, ma (forse) c’è ancora una speranza


Con l’arrivo dell’estate torna di moda il solito tormentone: Maicon parte o non parte?

Da anni ormai il “Freccianerazzurra“, nei mesi “caldi” del calciomercato, è dato in partenza dai binari della stazione Centrale di Milano. Destinazione: Madrid, Parigi, Londra, Manchester… tante ipotesi ma, alla fine, mai niente di concreto.

Quest’anno, però, la situazione potrebbe cambiare. Il contratto di Maicon scadrà il prossimo giugno e la linea della società riguardo i tesserati che hanno superato i 30 anni è chiara: l’obiettivo è abbassare il monte ingaggi e tenere in rosa solo chi accetta di sposare la nuova politica.

Anche per il “Colosso”, dunque, si è arrivati a un bivio: rinnovo contrattuale con dimezzamento dell’ingaggio o cessione per evitare di perderlo a parametro zero l’estate successiva? Vista l’importanza del giocatore sembra scontato che l’Inter una prima offerta l’abbia già fatta.

Ma, stando alle dichiarazioni dell’agente del brasiliano, pare che la proposta non abbia soddisfatto le richieste: “Maicon con l’Inter ha una bella storia d’amore, durata a lungo – ha spiegato Roberto Calenda ai microfoni di Sky Sport 24 – ma, come tutte le storie d’amore, a un certo punto può arrivare la fine. Richieste dal Psg o dall’Inghilterra? Sinceramente mi viene da sorridere quando sento che il Paris Saint-Germain vuole tutti; ci sono diverse richieste, ma valuteremo“.

Il divorzio, dopo sei anni ricchi di successi, sembra vicino. Nulla però è ancora deciso: queste dichiarazioni così dirette da parte del procuratore potrebbero anche essere un messaggio rivolto alla società per strappare un’offerta più vantaggiosa. Una cosa invece è certa: l’Inter dovrà valutare attentamente la situazione perchè sostituire un campione del calibro di Maicon non sarà affatto facile.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl