Alborno, un gioiello per Stramaccioni

Alborno, un gioiello per Stramaccioni


L’Inter aggiunge un’altra giovane promessa alla sua rosa, ufficializzando l’acquisto dell’esterno paraguaiano neo diciottenne Rodrigo Alborno proveniente dal Libertad. Rodrigo Alborno Ortega, nasce ad Asunción il 12 agosto 1993, è un esterno sinistro di centrocampo tutto tecnica e velocità con buona propensione offensiva e un potente tiro dalla media distanza. Nonostante l’età, in campo dimostra una personalità da veterano. Tra i suoi colpi migliori ci sono i calci da fermo che esegue sia di potenza sia cercando di piazzare il pallone. È considerato una promessa del calcio paraguaiano.

Rodrigo cresce calcisticamente nell’Atlántida. Ancora giovanissimo, viene ingaggiato dal Libertad, una delle squadre della sua città natale. Nel 2010, appena sedicenne, fa il suo esordio in prima squadra e, nell’arco della stagione, scende in campo molteplici volte da titolare in campionato e in Copa Libertadores, dimostrando sempre una grande personalità oltre a delle notevoli qualità tecniche. La notizia del suo acquisto da parte dell’Inter viene confermata il 9 giugno 2011, giorno in cui ha svolto le visite mediche di rito. Sbarca a Milano il 20 luglio per allenarsi col resto della squadra dal giorno successivo, quando il gruppo nerazzurro rientrerà dal ritiro di Pinzolo.

Essendo ancora minorenne per firmare un contratto da giocatore professionista dovrà attendere il compimento del suo diciottesimo anno di età, ovvero il 12 agosto 2011. L’intera operazione condotta dall’entourage nerazzurro per portare Alborno a Milano è stimata in 1,5 milioni di euro. Da quando è entrato a far parte della prima squadra del Libertad, ha totalizzato 24 presenze segnando 2 reti. Inizialmente, l’esterno paraguaiano verrà aggregato alla primavera di Stramaccioni, ma non è escluso che possa tornare utile anche a mister Gasperini. Alborno, si è legato alla società di corso Vittorio Emanuele fino al 30 giugno 2016.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl