Inter del 2024 o Napoli del 2023? Nessun dubbio: tifosi sorpresi

Fa discutere l’opinione sul confronto tra l’Inter del 2024 e il Napoli del 2023: nessun dubbio per il giornalista.

Stagione fin qui meravigliosa dell’Inter di Simone Inzaghi che finora ha collezionato 75 punti in 28 giornate, posizionandosi al primo posto in classifica a +18 dalla Juventus seconda (con giocherà oggi con l’Atalanta). Protagonisti anche di un ottimo cammino in Champions League, dove devono affrontare il ritorno degli ottavi di finale contro l’Atletico Madrid, dopo aver vinto l’andata a San Siro per 1-0 con il gol di Marko Arnautovic.

La squadra di Simone Inzaghi sta totalmente dominando il campionato, avendo già alla ventottesima giornata un vantaggio molto importante sulla seconda in classifica e registrando il miglior attacco e la migliore difesa tra tutte le altre squadre. Oltre al collettivo spiccano anche i singoli, tra cui Lautaro Martinez, capocannoniere della Serie A con 23 gol e 4 assist in 25 partite, e Hakan Çalhanoğlu, autore di 9 gol e 3 assist in campionato.

Sorge quindi spontaneo il paragone con il Napoli di Luciano Spalletti, vincitore della Serie A 2022/2023, chiusa con 90 punti. A questo punto della stagione gli azzurri avevano totalizzato 71 punti con 64 gol fatti e 20 subiti. La squadra di Simone Inzaghi, invece, ha collezionato 75 punti segnando 70 gol e subendone solamente 13 (miglior difesa nei principali campionati europei).

Condò: “L’Inter è meglio di quel Napoli, è fantascienza pura”

Paolo Condò, giornalista intervenuto a Sky Sport dopo la vittoria dell’Inter contro il Bologna, ha risposto alla domanda riguardo il paragone tra l’Inter del 2024 e il Napoli del 2023. Secondo il giornalista non c’è alcun dubbio, definendo la squadra di Simone Inzaghi, protagonista di un campionato quasi perfetto, fantascienza pura.

Inter del 2024 o Napoli del 2023?
Paolo Condò, giornalista ed opinionista italiano. (Ansa foto) nuovevoci.it

“L’Inter, alla ventottesima giornata, ha 4 punti in più, segnando 6 gol in più e subendone 7 di meno“; difende così la propria tesi Condò mettendo mano alle statistiche dei due campionati alla giornata attuale. Il giornalista ha poi parlato dei futuri impegni dei nerazzurri, ancora in corsa anche per la Champions League, dovendo affrontare mercoledì 13 marzo l’Atletico Madrid.

“Se riuscirà a passare il turno, Inzaghi dovrà gestire le forze dei suoi giocatori“. Infatti con un campionato in cui il distacco sembra insormontabile per le avversarie, la squadra di Simone Inzaghi, potrebbe rinunciare a qualche punto in Serie A per concentrare tutte le forze sulla Champions League, dopo aver sfiorato la vittoria lo scorso anno, arrendendosi solamente in finale contro il Manchester City.

Condò parla infine del record di punti, possibile per l’Inter, ricordando però la Juventus di Antonio Conte che, per raggiungere 102 punti in campionato (record), non risparmiò i giocatori per l’Europa League dalla quale i bianconeri erano usciti in semifinale contro il Benfica.

Impostazioni privacy