Sei qui: Home » News Inter » “Lo sento spesso. Andrà via dall’Inter”, la notizia su Skriniar spaventa i tifosi

“Lo sento spesso. Andrà via dall’Inter”, la notizia su Skriniar spaventa i tifosi

Si è da poco conclusa una delle sessioni di mercato estive più chiacchierate e discutibili della società nerazzurra che, con il passare delle settimane, ha perso più di un obiettivo sulla lista di Marotta.

Uno di questi, ad esempio, era Gleison Bremer, il principale indiziato a sostituire un eventuale perdita di Skriniar che era nel mirino del PSG.

Il club parigino, tuttavia, non ha mollato la presa anche a mercato concluso, ed è pronto a tornare alla carica visto il contratto in scadenza del difensore slovacco.

A proposito del suo futuro ha parlato, ai microfoni di TMW, anche uno dei suoi ex allenatori, Adrian Gula – ex allenatore del Viktoria Plzen – colui che lo lanciò nel calcio professionistico.

Skriniar Futuro Inter

LE DICHIARAZIONI

SUL VIKTORIA PLZEN – “È una squadra molto forte, ha tanta velocità, sa lavorare tanto a livello di gruppo, con uno stile di gioco difensivo molto preciso. Il contropiede è l’arma principale e sanno gestirla benissimo. Chory senza dubbio è il più pericoloso. È in ottima forma, poi a centrocampo Kalvach e Bucha sono avversari tosti, così come Sykora e Mosquera in trequarti. Devo citare Stanek: non è pericoloso, ovviamente, essendo il portiere, ma è un giocatore di qualità differente rispetto agli altri“.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato, il valzer degli attaccanti fa tremare l'Inter: la situazione

SU SKRINIAR – “Per me è tra i migliori difensori d’Europa, ma non mi aspettavo che arrivasse a questi livelli. L’ho seguito per tutta la sua carriera, siamo sempre in contatto con lui e anche con la sua famiglia. È un grande ragazzo. La mia opinione è che lui prima o poi andrà via. Sirene come quelle del Paris o del Manchester City non si possono rifiutare a lungo. Ha grande passione per l’Inter, è un grandissimo club con tanta storia, ma andare in una big di quel tipo sarebbe uno stimolo che mi auguro per lui“.