Conte: “Parlare di mercato non ha senso. Questo pareggio poteva essere messo in conto”

Conte2
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Antonio Conte, ai microfoni di Sky, ha commentato così la partita contro il Napoli: “Cosa serve per migliorare la squadra per la Champions? Noi in questo momento quello che dobbiamo fare è concentrarci sul presente, sinceramente non sappiamo cosa accadrà e quali saranno i programmi, non sappiamo niente. Parlare di mercato non ha senso. Sono molto contento e orgoglioso di questo gruppo di ragazzi, che è cresciuto moltissimo. In altre situazioni questa partita l’avremmo persa. È troppo importante quello che stiamo facendo quest’anno, e dobbiamo rimanere concentrati. Ci sarà tempo per capire e conoscere la situazione

Le parole

Mi ha reso felice il fatto che queste sono partite, come ho detto, che in altre situazioni l’avremmo persa. Invece la squadra ha reagito e non ha perso la fiducia. Io consideravo il Napoli una squadra attrezzata per vincere lo scudetto, sono stati sfortunati. Potevamo venire qui con meno fame, dato che il Napoli si sta giocando ancora la Champions, invece abbiamo fatto una buona gara

Oggi comunque abbiamo lasciato dei punti nei confronti del Milan, ma poteva essere messo in preventivo questo pareggio. Io ho sempre parlato già dall’anno scorso che comunque i successi dell’Inter passavano dalla crescita di ogni singolo calciatore. E penso che questo quest’anno sia avvenuto. Ho trovato un gruppo di ragazzi che hanno dato grandissima disponibilità, erano i primi a volersi mettere in gioco e a lottare per vincere qualcosa. A fine carriera è bello vedere il curriculum e vedere cosa hai vinto

Eriksen? La possibilità di poterci lavorare ed aver più tempo mi ha fatto cambiare idea. Anche il fatto che lui capisse che nel calcio esistono due fasi: quella offensiva e quella difensiva. Abbiamo cercato in tutti i modi di inserirlo, credo che adesso si stia esprimendo con buona continuità. Sono convinto che possa fare ancora meglio. Sta aumentando il tasso di aggressività e questo ci sta aiutando