GdS – Ats, arriva il via libera per i nazionali? Il punto

esu inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’Inter di Antonio Conte deve fare i conti con il caso nazionali. La Gazzetta dello Sport riferisce che l’Ats di Milano, attraverso il Ministero della Salute, ha ricevuto la richiesta di quattro federazioni di far tornare in patria i propri giocatori. La Croazia per Brozovic e Perisic, la Danimarca per Eriksen, il Belgio per Lukaku e la Slovacchia per Skriniar. A queste si potrebbe aggiungere il Marocco di Hakimi.

Tutto dipende dall’esito dei tamponi effettuati ieri. Se dovesse esserci anche un solo positivo tra calciatori e staff, il via libera dell’Ats non ci sarebbe.

L’Ats potrebbe concedere ai nazionali di tornare in patria, a patto di rispettare tre condizioni: trasferimenti con mezzi privati, quarantena obbligatoria fino al 31 marzo come da protocollo e dichiarazione di un indirizzo di residenza dalla quale non spostarsi, se non per effettuare il tragitto da questa fino al campo d’allenamento. Secondo l’Inter, con quelle che sono le disposizioni dell’Ats i nazionali nerazzurri potrebbero solamente allenarsi nei centri sportivi.

Per quanto riguarda i nazionali italiani, la Figc attenderà l’esito dei tamponi di oggi per trovare una via d’uscita con l’InterBastoniBarella e Sensi al momento rimangono ad Appiano.