Conte: "Il derby lo devi vincere, per campanilismo e classifica"

Conte:

Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa in vista dell'attesissimo derby Milan - Inter. Ecco le sue parole.

LE PAROLE IN CONFERENZA DI CONTE

"Abbiamo saputo da poco della scomparsa di Bellugi, ci dispiace molto. Sarà un derby diverso rispetto a quello degli anni passati proprio perché ci si gioca le posizioni alte in classifica; è una bella soddisfazione per Milano, il derby lo devi vincere per campanilismo e anche per una questione di classifica. La vittoria con la Lazio ha permesso di lavorare con serenità in settimana, la classifica ci sorride e questo deve darci ancora più entusiasmo e voglia.

Il messaggio per la squadra è quello che do ogni giorno: cercare sempre di dare il massimo e raggiungere l'eccellenza; stiamo lavorando per cercare di costruire qualcosa di importante. Questa è una partita importante, l'avversario sta meritando la sua posizione in classifica. Entrambe le squadre cercheranno di vincere, di superarsi, non mi aspetto una partita nervosa, è stato designato un ottimo arbitro.

Dobbiamo lavorare da squadra e ridurre al minimo gli errori per ostacolare Ibrahimovic, ci ha fatto goal negli ultimi incontri ma non è detto che lo faccia domani. A prescindere da Ibra, dobbiamo vincere. Fino ad adesso abbiamo giocato ogni 3 giorni, Coppa Italia compresa; sulla carta si può parlare di vantaggi e svantaggi, poi c'è il campo. Lavoreremo ancora di più non giocando martedì e mercoledì.

Ho ancora tre dubbi per la partita di domani, non ho ancora deciso chi schiererò. Eriksen sta lavorando bene, ha fatto dei buoni progressi, ci è venuto molto incontro, ed è buono per i tifosi, per l'Inter, per Christian e per me soprattutto. Mancano ancora tantissime partite; noi avevamo Fiorentina e Lazio e il Milan invece Crotone e Spezia. Molti avevano pronosticato che saremmo stati indietro in classifica e invece siamo sopra, questo fa capire quanto sia imprevedibile questo campionato. Dopo il Milan avremo il Genoa che è in un grande momento, poi il Parma che lotta per la salvezza e ha un'ottima rosa, dobbiamo procedere step by step.

Il messaggio per i tifosi è sempre lo stesso: noi daremo il massimo per questi colori e per la storia del club, daremo tutto affinché i tifosi siano sempre orgogliosi delle nostre prestazioni. Se andiamo a ritroso, tantissimi avrebbero dovuto lasciare l'Inter, i giocatori sanno chi rientra e chi meno nei miei piani; Skriniar è migliorato tantissimo, c'è grande affiatamento tra i 6 che giocano dietro, si sentono tutti importanti. Skriniar sa che se molla un attimo, altri possono prendere il posto; i miglioramenti della squadra passano per i miglioramenti dei singoli.

Siamo stati cinici con la Lazio? Non dimentichiamo che abbiamo sbagliato 3-4 goal clamorosi. Anche domani affrontiamo una grandissima squadra, dobbiamo essere attentissimi. Lukaku a Sanremo in questo periodo della stagione? C'è da cantare domani a San Siro".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram