AGGIORNAMENTO – Lite Agnelli-Conte, nessuna decisione del Giudice Sportivo. La FIGC ha aperto un’inchiesta

961afdb9-a864-43f5-83f1-f84718ce9d45
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

AGGIORNAMENTO ore 12:00 – Come riportato dall’ANSA, il capo dell’ufficio della FIGC Giuseppe Chinè ha infatti appena aperto un’inchiesta “relativa ai comportamenti di dirigenti e tesserati bianconeri e nerazzurri durante e al termine della gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia. A riguardo – spiegano da ambienti della Procura – è già stato convocato il quarto uomo Daniele Chiffi”.

La lite Agnelli-Conte non risulta in alcun modo tra le decisioni del Giudice Sportivo Alessandro Zampone: dopo la gara tra Juventus e Inter in Coppa Italia, infatti, non c’è nessuna traccia dell’episodio che tanto sta facendo discutere in questi giorni.

Queste le decisioni del GS, infatti: squalifica di Brozovic dell’Inter (ammonito, era diffidato e salterà la prima gara della prossima stagione) e squalifica di Alex Sandro della Juventus (ammonito, era diffidato e salterà la finale contro l’Atalanta), oltre alle ammonizioni di Perisic e Darmian (Inter), Di Lorenzo, Hysaj, Zielinski e Insigne (Napoli) e infine Palomino (Atalanta).

Ora attenzione poiché non è per forza detto tutto: la decisione finale sulla vicenda, infatti, potrebbe prenderla la Procura Federale. Tutto dipenderà dal referto dell’arbitro di gara e da cosa potrebbero avere sentito gli ispettori della FIGC.