Moratti: "Eriksen può essere scambiato, il calcio ha una pazienza limitata"

Moratti:

L'ex Presidente nerazzurro Massimo Moratti torna a parlare dell'Inter. Tanta fiducia per la rinascita del calcio a Milano, poca, invece, per la permanenza di Christian Eriksen.

"GRANDE FIDUCIA PER IL FUTURO DEL CALCIO A MILANO"

Moratti commenta così l'attuale situazione calcistica ai microfoni di Gr Parlamento, durante il programma "La Politica nel Pallone":
"Penso che a Milano sia in atto una rinascita del calcio. Il Milan sta crescendo perchè Elliott ha affidato la squadra a una dirigenza competente. Nell’Inter invece la famiglia Suning mi fa sperare che vogliano restare e investire per ottenere grandi soddisfazioni. È un buon inizio per un grande futuro, purtroppo confuso dalla pandemia. Il rientro però sarà su basi forti”.

"CONTE HA UN CARATTERE FORTE"

Poi, l'intervista si concentra sulla squadra di cui è tifoso: “È una stagione strana, anche nel calcio, è difficile valutare i risultati. Conte ha un carattere forte ed è molto attento”.

Moratti ne ha visti tanti di grandi campioni non esplosi all'Inter, per questo  non poteva mancare la domanda su Christian Eriksen: "Capita di inserire giocatori che sono certamente dei talenti ma che per ragioni caratteriali o tecniche o per mancanza di tempo, non riescono ad avere successo; ed è quello che sta succedendo ad Eriksen. Il calcio è paziente ma fino a un certo punto: penso che se dovesse continuare così, l’Inter potrebbe inserirlo in uno scambio con un altro club”.

Ma l'Inter ha già tanti pezzi pregiati che Moratti commenta così: “Lautaro ha la classe necessaria per migliorare ancora, Lukaku fa tanti gol, avrebbe fatto comodo anche alla mia Inter. Anche Barella è molto bravo, come anche Sensi che purtroppo si infortuna spesso”.

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

Giovanni Palmisano
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram