Inter-Milan, un derby senza spettatori pesa: ecco le perdite da brividi...

Inter-Milan, un derby senza spettatori pesa: ecco le perdite da brividi…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

IL PRIMO DERBY DELLA STORIA SENZA TIFOSI EVIDENZIA UNA PERDITA ECONOMICA SENZA EGUALI. ECCO LE CIFRE

TuttoSport ha analizzato le conseguenze che un derby di Milano senza spettatori apporterà al mondo calcistico. Il primo aspetto negativo che viene in mente, è quello emotivo. Come ci ricorda un passato che ci pare ormai utopico, la tifoseria è sempre stata un elemento fondamentale del derby di Milano. Un San Siro colmo di spettatori ha sempre regalato emozioni indescrivibili, senza contare la sfida all’interno del terreno di gioco. I giocatori scenderanno oggi in campo in un quadro semivuoto, inverosimile, animato unicamente dalle loro prodezze calcistiche.

Ma purtroppo, l’aspetto che ne risente di più è quello economico. Negli ultimi anni, c’è stata una crescita esponenziale dei ricavi dal derby meneghino: dai 3,8 milioni del 13 settembre 2015, si è passati ai 5,6 milioni dello scorso 9 febbraio. Parliamo del terzo incasso più ricco di sempre, dopo i 6,5 milioni di Inter-Juve dell’ultimo campionato e i 5,8 milioni di Milan-Inter della stagione 2018/2019. Come spiega Tuttosport, infatti, “Il club nerazzurro aveva già sfondato il muro dei 5 milioni nel derby nella gara d’andata del 21 ottobre 2018 con 5,02 milioni“. Milioni di euro che non rientreranno nelle casse dei due club milanesi, e che peseranno sul bilancio annuale.

Oltre al botteghino, inoltre, ci sono da considerare le perdite economiche generali legate al derby: nel 2011 la Camera di commercio di Monza e Brianza calcolò in 11 milioni l’introito generale portato dal derby di Milano.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy