Covid-19, sei positivi e derby alle porte: i nerazzurri iniziano a preoccuparsi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Giornate piene di tensione in casa Inter, vista la situazione coronavirus. Dopo le positività dei vari Bastoni, Skriniar, Nainggolan, Gagliardini e Radu, si è aggiunta quella di Ashley Young. Ciò che più conta, è sicuramente la salute dei giocatori, ma è chiaro che il pensiero vada anche al campo e, soprattutto, all’imminente sfida con i cugini rossoneri. Antonio Conte, dunque, ha di cosa preoccuparsi. Da un lato, avrà meno scelta sulla formazione su cui puntare; dall’altro, dovrà sperare che non vengano contagiati altri giocatori della rosa.

Derby di Milano, il protocollo è chiaro

L‘Inter, per ora, ha deciso di concentrare i giocatori negativi nella “bolla” di Appiano, con la speranza che nessuno di loro risulti positivo durante i controlli dei prossimi giorni.

Ci potrebbe essere la possibilità, però, in caso di altre positività (precisamente altre 4) di rinviare il derby a data da destinarsi.

In quest’ultimo caso, la squadra nerazzurra richiederebbe alla Lega il rinvio, decisione che sarebbe assunta in automatico senza la necessità di un intervento dell’ATS locale. 

Bisogna attendere, dunque, il prossimo giro di tamponi. Il timore che ci siano altre positività, visto l’aumento dei casi degli ultimi giorni, è tanto, ma si spera che vada tutto per il meglio. C’è bisogno di prudenza e attenzione da parte dei nerazzurri.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook