Vidal: “Sarei contento se mi chiamasse la Juve. Conte è il migliore tatticamente”

vidal
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Arturo Vidal è uno dei protagonisti degli episodi che stanno riguardando il Barcellona. Una vera rivoluzione si prospetta nella cittadina spagnola: giocatori come Messi, Suarez e il cileno appunto sono sul piede di partenza. Il centrocampista ex Juve è sempre stato un obiettivo dell’Inter, ma le sue ultime parole lasciano presagire una forma di nostalgia nei confronti dei bianconeri.

LE PAROLE DI VIDAL

Queste le parole del centrocampista cileno durante una chiacchierata con lo youtuber Daniel Habif:

TRASCORSO ALLA JUVE E POSSIBILE RITORNO – “Sono stati quattro anni spettacolari alla Juventus. È stato un passo importante per la mia crescita. La Juve arrivava da un settimo posto e fu una sfida a livello tattico, in un paese diverso dalla Germania, con giocatori di primo livello e la sfida di diventare un calciatore importante in Italia. E grazie a Dio con lavoro e fatica sono riuscito a conquistare quattro scudetti, diventare importante e segnare tanto. Pirlo? Era incredibile quando giocava, immagina come allenatore. Se lui o la Juventus mi chiamano sono contento, ma bisogna stare tranquilli. Se succede, succede. Ho molto affetto per la Juventus e per Andrea”.

CONSIDERAZIONI SU ANTONIO CONTE –Conte come allenatore è una macchina, tatticamente è il numero uno. Mi ha adattato alla sua idea e ha dovuto cambiare un po’ il suo sistema”.