Tonali al Milan, avviso ai naviganti: astenersi dalle critiche e dalle valutazioni

Conte
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sandro Tonali è virtualmente un giocatore del Milan. Sì, è lo stesso calciatore con il quale l’Inter aveva raggiunto un accordo totale per un contratto di 2.5 milioni a stagione. Nessun accordo invece tra Inter e Brescia, il che ha consentito ai rossoneri di sferrare l’attacco decisivo.

Ma quali saranno le conseguenze, tra i tifosi nerazzurri, di quest’ultima vicenda?

ASTENERSI DALLE VALUTAZIONI AFFRETTATE

La conseguenza più pericolosa potrebbe essere sempre la stessa: “Inter beffata”, “Suning non vuole spendere”, “Conte vuole solo i vecchi”. Ascoltare per giorni queste cantilene, fino a quando non si avranno novità consistenti anche del mercato nerazzurro.

È successo ad esempio a gennaio con Kulusevski alla Juve. Lo svedese è stato corteggiato a lungo dall’Inter, tanto da risultare ad un passo, ma alla fine si è accasato alla Juventus intorno alla fine di dicembre/inizio gennaio.

Esattamente un mese dopo, allo scoccare del gong del calciomercato invernale, l’Inter presentava uno dei colpi più clamorosi degli ultimi dieci anni: Christian Eriksen. Nessuno tra i tifosi interisti, mentre la Juve chiudeva Kulusevski, immaginava un epilogo del genere.

A quanto pare le risorse economiche destinate allo svedese sono invece state sfruttate per il danese. E l’Inter ha risparmiato pure “qualcosina” (20 mln).

E ancora, a fine giugno/inizio luglio arriva il secondo colpo clamoroso e totalmente inaspettato: Achraf Hakimi. Sì, l’Inter lo ha preso, lo ha ufficializzato, ma sembra essere passata già una vita.

In realtà, il calciomercato non è neanche ufficialmente iniziato. I tifosi interisti, dopo essersi visti passare Tonali davanti, sono dunque chiamati a mantenere la calma e non scadere in delle valutazioni sterili e affrettate.

I lavori in Viale della Liberazione proseguono…