Antonello: “Vogliamo il nuovo stadio, fondamentale per tornare ai vertici”

antonello
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Intervistato dal Daily Mail, Alessandro Antonello, ad dell’Inter, ha parlato della possibilità di costruire un nuovo stadio di proprietà, abbandonando San Siro.

ANTONELLO: “SAN SIRO? C’E’ AFFETTO, MA ANCHE TANTI PROBLEMI”

Queste le sue parole al tabloid inglese: “Lasciatemi dire: dal punto di vista dell’impatto emotivo e dell’affetto, c’è un attaccamento a San Siro. Si può avere una grande esperienza nei 90 minuti di partita. Tuttavia, ci sono dei problemi legati all’esperienza prima e dopo la partita. In Inghilterra o negli Stati Uniti, si capisce di poter arrivare anche tre ore prima del match per potersi godere il prepartita con gli amici. E’ un’esperienza legata anche ai momenti prima e dopo la gara. A San Siro, purtroppo, questo non è possibile. Oggi come oggi, non abbiamo quest’opportunità”.

Vogliamo lo stadio di proprietà, è fondamentale e fantastico, è una cosa che attrae in Europa e un elemento che i giocatori considerano. Ti fa capire di essere in un top club mondiale, e noi vogliamo tornare ai vertici del calcio europeo. Un nuovo impianto è importante, fa parte della nostra strategia a lungo termine perché può portare nuove entrate. Soldi che possono essere investiti in giocatori per rinforzarsi e vincere i trofei. Per questo, lo stadio nuovo è uno dei punti chiave della nostra proprietà. Gli azionisti si stanno impegnando tanto per finalizzare il progetto. Abbiamo due investitori privati che sono venuti in Italia per fare grandi investimenti nella città e Su San Siro. La loro concentrazione su questo argomento è totale”.