Sconcerti: “Inter cresciuta, ha vinto coi vecchi. Brozovic? Tiro sbagliato”

mario-sconcerti-1000x600
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non poteva mancare il commento di Mario Sconcerti sul derby di Milano, vinto in rimonta dall’Inter (da 0-2 a 4-2). Parole di elogio ai “vecchi”, ma anche critiche velate a Lukaku e Brozovic sulle pagine del Corriere dello Sport.

INTER E MILAN

Il Milan ha giocato bene per tutto il primo tempo. Rebic e Calhanoglu, seconde e terze punte centrali, hanno mandato all’aria la difesa dell’Inter che tendeva ad allargarsi come da grammatica. Ibrahimovic non è stato sempre presente, ma è stato decisivo. Il Milan ha bisogno di lui come il seno di una madre, non c’è vita senza la sua risorsa.
Ma l’Inter è cresciuta. Peraltro ha vinto quasi solo con i vecchi, quelli che erano pochi e limitati. C’è stata nella rimonta la volontà dei fuoriclasse, quelli che non mettono disperazione nel loro gesti, ma la fiducia nella propria differenza. Ha cominciato Brozovic con un tiro sbagliato: non si colpisce al volo da tanto lontano con venti giocatori in area. Ma nessun gol dell’Inter è stato banale. La squadra ha giocato a calcio e ha travolto l’avversario per gradi, spontaneamente. Ha fatto gol perfino Lukaku che non era mai stato in partita e ha preso una traversa eccezionale anche Eriksen che la partita non l’aveva proprio giocata
“.

UN NUOVO CAMPIONATO

L’Inter è di nuovo in testa alla classifica insieme alla Juve, ma stavolta è diverso. Dalla parte dei nerazzurri sono caduti molti pregiudizi, non c’è più sorpresa. Nel mentre la Juve si è normalizzata, è diventata banale, fino a far venire il dubbio che il problema non sia la presunzione, ma una qualità inferiore a quella che gli è stata sempre attribuita“.