EDITORIALE - Inter, cominci a sentire freddo con la coperta corta?

EDITORIALE – Inter, cominci a sentire freddo con la coperta corta?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Conte l’ha detto, il risultato di ieri lo ha ribadito. L’Inter ha una rosa che per le sue ambizioni è davvero troppo scarna. Mercato estivo, quindi ad oggi da 6.5 che diventa 5.5 a causa degli infortuni che hanno evidenziato i limiti della rosa.

ROSA INCOMPLETA, A GENNAIO SI RIMEDIA?

Non sono bastati gli innesti di Barella e Sensi, servono rinforzi a centrocampo. Rinforzi, si intende, che possano cambiare la partita, d’esperienza e che diano una forma più completa al reparto. I nomi che circolano sono quelli di Rakitic e Vidal. Rakitic è ai margini del progetto Barcellona ma Vidal ne è totalmente al centro ed è incedibile. Rakitic per è l’uomo giusto per Conte? Per caratteristiche tecniche no. C’è da dire però che l’esperienza del croato sarebbe fondamentale per questa squadra, il cui obiettivo è crescere, maturare e diventare competitiva in tutte le competizioni. La difesa non è messa male, considerando Bastoni come prospetto. Manca magari un quarto centrale di qualità. E in questi giorni si è fatto il nome di Vertonghen(in scadenza nel 2020) per giugno. Sicuramente manca un esterno a sinistra in grado di garantire copertura e dinamicità alla manovra. L’attaccante forse è il reparto messo peggio. Ora che Sanchez è ai box per infortunio gli attaccanti sono 3 (Lukaku, Lautaro e un Politano adattato) più uno: Sebastiano Esposito che però come ha detto Conte è ancora troppo giovane per essere la soluzione ai problemi della squadra. Bisognerà lavorare a gennaio sul mercato sia a centrocampo sia in attacco; anche se le condizioni di Sanchez dovessero migliorare, per garantire maggiore stabilità al reparto. La dirigenza sta già sondando il terreno, specie per quanto concerne il discorso centrocampo, ha avviato i contatti col Barcellona.

Caso Ibra

Si è fatto un nome, un nome di quelli che rievocano dolci ricordi e che inebriano la mente di un senso di invincibilità: Zlatan Ibrahimovic. Certo, Ibra è solo una suggestione a cui scade il contratto a fine dicembre però potrebbe essere utile per far rifiatare Lukaku. La vera domanda è “Ibra, è così umile da accettare di fare la riserva”? la risposta naturalmente è no.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy