D'Ambrosio: "Da giovane impressionato da Maicon e Zanetti. Con Conte possiamo fare molto"

D'Ambrosio:

In vista del match odierno contro l'Udinese è tornato il classico appuntamento del Matchday Programme. L'ospite di quest'oggi è stato Danilo D'Ambrosio, che ha rilasciato un'intervista per l'occasione.

"VOGLIO SEMPRE DARE IL MASSIMO, L'INTER TE LA DEVI MERITARE"

Il terzino ex Toro è ormai uno dei pilastri fondamentali dell'Inter per dedizione, impegno, attaccamento alla maglia. Per questo, anche nell'Inter di Conte, c'è grande spazio per lui. "In società così grandi devi dimostrare di poterci stare - ha detto - Per questo cerco sempre di dare il massimo e uscire dal campo avendo fatto del mio meglio". Il discorso si è poi spostato su quelle che sono le due istantanee più rappresentative della scorsa stagione, specialmente per lui: i due salvataggi sulla linea, uno nel Derby e l'altro contro l'Empoli. "Col Milan dovevo difendere la porta, avrei preso la palla con qualsiasi parte del corpo. Con l'Empoli invece sentivo che l'avrei salvata in qualche modo: un ringraziamento va anche alla traversa". D'Ambrosio ha poi parlato di una delle componenti fondamentali della sua vita, oltre al calcio: "La famiglia. Fuori dal campo mi dà tanto, aiuta avere qualcuno che ti capisce". Infine Danilo si concentra sul suo rapporto col mondo Inter, iniziato tempo fa: "Conobbi l'Inter grazie al mio vicino, mi faceva vedere le partite. Da giovane mi impressionarono Maicon e Zanetti. Oggi sono molto curioso di dove possa arrivare questa Inter: abbiamo un allenatore che sa quello che vuole e dobbiamo cercare di mettere in pratica le sue idee per fare contenti i tifosi".

Siamo su Google News: tutte le news sull' Inter CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram