Ag. Perisic: "Ritorno all'Inter? Mai dire mai; l'addio è stato amichevole"

Ag. Perisic: “Ritorno all’Inter? Mai dire mai; l’addio è stato amichevole”


In un’intervista rilasciata a Sportskè, Frane Jurčević, migliore amico e agente di Ivan Perisic ha parlato della partenza del suo assitito; il croato, infatti, è adesso un giocatore del Bayern Monaco, e l’agente ha rivelato dei retroscena riguardanti la trattativa.

Jurevic: “Perisic è felice, il Bayern è il club migliore”

Ivan Perisic ha salutato l’Inter ed è un nuovo giocatore del Bayern Monaco, ormai da qualche giorno: “È molto, molto felice, il Bayern è il club migliore. Ivan è più che soddisfatto del club e di tutto. Anche l’Inter è eccezionale, ma questo è un altro passo avanti”ha detto il suo agente.

Jurevic, però, non esclude che quel saluto possa trattarsi di un “arrivederci”, non un “addio”: Ritorno all’Inter? Mai dire mai, ma a questo non posso rispondere. L’addio è stato amichevole, tutto eccezionale“.

E proprio riguardo la partenza del croato, l’agente afferma:  “Conte era sorpreso quando Ivan gli ha detto che sarebbe andato. È andata esattamente così: dopo che è stato riportato dai media che non contava più su di lui, Conte si è avvicinato a Ivan in allenamento e gli ha detto che era arrabbiato con questi giornalisti per aver scritto sciocchezze. Poi ha aggiunto: “Ivan, continua a lavorare e basta, sei un giocatore top, ti vedo nella posizione di attaccante e non hai motivo di preoccuparti”.

Poi, però, è giunta l’offerta del Club tedesco: “Ma l’arrivo del Bayern ha cambiato tutto, questa è la verità. Quando è arrivata l’offerta del club tedesco, ovviamente Ivan era interessato, ma è vero che inizialmente pensavamo che se il trasferimento fosse stato definitivo sarebbe stato fantastico, l’unico problema era che si trattava di un prestito. Abbiamo trascorso tutta la notte insieme, abbiamo parlato e valutato tutto, ad un certo punto Ivan ha detto: “Sono un combattente, credo in me stesso, vado al Bayern, so che questo è il passo giusto per la mia carriera”, ha detto. Era il momento, adesso giocherà nella sua posizione, questi sono i fatti che lo hanno spinto ad accettare”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy