Il nuovo decreto crescita aiuta anche l’Inter! Ecco come

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Diego Godin

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, all’interno del Decreto Crescita sono presenti delle agevolazioni fiscali per gli sportivi professionisti che si trasferiscono in Italia. Ecco che l’Inter risparmia sul costo lordo per Diego Godin e lo stesso ragionamento può essere esteso per il grande obiettivo di mercato Romelu Lukaku.

Nozione di lavoratori “impatriati”

Ecco quanto scritto sul quotidiano milanese: “Agevolazioni fiscali? Gli sportivi professionisti che hanno lavorato all’estero negli ultimi 2 anni e trasferiscono la residenza in Italia rientrano nella definizione di lavoratori “impatriati”. In particolare: “Per garantire al calciatore uno stipendio di 2 milioni annui il club italiano acquirente applicherà le ritenute sull’imponibile ridotto del 50% e così l’ingaggio, a parità di importo netto, costerà 2,54 milioni anziché 3,5 milioni.

Dunque, a conti fatti, l’Inter risparmia 3,3 milioni per Godin. Il difensore uruguaiano infatti percepisce 6,75 milioni con un costo lordo pari a 8,5 milioni anzichè 11,8.

Gli ingaggi meno tassati potrebbero rivelarsi un fattore utile per arrivare al grande obiettivo di mercato Romelu Lukaku. Chissà che i soldi risparmiati sullo stipendio lordo possano essere utilizzati per alzare l’offerta al Manchester United e ridurre ulteriormente la distanza tra domanda e offerta.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook