RASSEGNA STAMPA - Inter-Roma, è sfida totale sul mercato: non solo Barella, si complica anche l'affare Dzeko

RASSEGNA STAMPA – Inter-Roma, è sfida totale sul mercato: non solo Barella, si complica anche l’affare Dzeko


E’ sfida totale sul mercato tra Inter e Roma: tra i due club, infatti, i rapporti si sono decisamente raffreddati per una serie di motivi. Non solo l’inserimento dei giallorossi per Barella, ma nelle ultime ora c’è da registrare anche un rallentamento nell’operazione Dzeko.

Roma su Barella? L’Inter vira su Lorenzo Pellegrini

Nella giornata di ieri la Roma si è inserita con prepotenza per Niccolò Barella e sembra aver sbaragliato la concorrenza dell’Inter: i giallorossi hanno infatti messo sul piatto un’offerta da 35 milioni più il cartellino di Defrel (valutato 15 milioni), che si avvicina di molto alla richiesta di 50 milioni del Cagliari. I nerazzurri invece sono fermi ad un proposta di 36 milioni cash più altri 4 di bonus e la cessione di Dimarco in prestito. L’Inter ha sempre giocato sulla volontà del giocatore di trasferirsi a Milano e ora non sembra intenzionata a rilanciare con il club sardo. Il giocatore, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, sembra essersi convinto ad accettare la Roma, anche per riconoscenza verso il suo club di appartenenza.

Ma di certo Marotta non resta a guardare. Per rispondere allo scippo della Roma, infatti, l’Inter è pronta a fare uno sgarbo proprio ai giallorossi, andando a pagare la clausola di 30 milioni di Lorenzo Pellegrini, che recentemente era stato designato da Totti come suo possibile erede: da valutare dunque la sua volontà di lasciare la Capitale. La clausola del centrocampista, che tra l’altro un paio di anni fa ha giocato nel Sassuolo a fianco di Sensi, prossimo acquisto nerazzurro, prevede un pagamento biennale ed entra in vigore da domani fino al prossimo 15 luglio.

Si complica l’affare Dzeko

Ma che tra Inter e Roma i rapporti non siano più idilliaci viene confermato dal brusco rallentamento nella trattativa per Dzeko. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, a Roma non hanno gradito il fatto che Conte abbia detto di no alla proposta giallorossa, sposando invece la causa interista.

Inoltre, adesso il club capitolino non ha più necessità di vendere, dopo le cessioni di Manolas, Gerson e Luca Pellegrini: per questo i giallorossi pretendono di più di 10 milioni che sono stati offerti dai nerazzurri. Dunque appare assai improbabile che Conte possa avere l’attaccante bosniaco prima dell’inizio del ritiro.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy